4 maggio 2016

25 MAGGIO - SCIOPERO NAZIONALE USB - LAVORATORI ADDETTI ALLA PULIZIA E AL DECORO NELLE SCUOLE


LA USB PROCLAMA LO SCIOPERO NAZIONALE DEI LAVORATORI ADDETTI ALLE PULIZIE E AL DECORO NELLE SCUOLE IL 25 MAGGIO 2016. 

ROMPIAMO LE CATENE CHE CI TENGONO LEGATO A QUESTO STATO DI SCHIAVITU' E POVERTA'...LIBERIAMOCI E PRETENDIAMO L'INTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO CON L'INSERIMENTO DI TUTTI GLI ADDETTI NELLE GRADUATORIE ATA . LOTTIAMO TUTTI PER L'ASSUNZIONE ATA ...dopo la denuncia dell’Autorità Antitrust, che aveva “certificato” che alle gare Consip le ditte avevano creato un vero e proprio “cartello”, di fatto falsando gli esiti della gara e in violazione di leggi Nazionali e Europee; e a seguito della bocciatura del “sistema”‪#‎Scuolebelle‬ da parte dell’autorità Anticorruzzione - ANAC ( per capirci il Magistrato Anticorruzione R.Cantone ) NOI RITENIAMO SIA UTILE METTERE AL SICURO I LAVORATORI E LOTTARE TUTTI INSIEME PER L'ASSUNZIONE ATA DI TUTTI GLI ADDETTI.
Lo sciopero in Campania sarà così articolato:
corteo dei lavoratori che partirà da Piazza Mancini – Napoli alle ore 09,30 e che arriverà alla galleria Umberto I per un assemblea pubblica sulla vertenza. Fra i tanti interventi auspichiamo in quello del candidato sindaco Brambilla e De Magistris. Lo sciopero si concluderà con la consegna di un documento di denuncia sottofirmato dai lavoratori presso la Prefettura di Napoli.
Chiederemo che il Prefetto invii il documento alla presidenza del Consiglio e al Miur di Roma per avallare la nostra proposta di soluzione che prevede la reinternalizzazione del servizio di pulizia nelle scuole con il contestuale assorbimento di tutti i Lavoratori in appalto ora dipendenti delle ditte/cooperative di pulizia negli organici del personale ATA, sui posti già accantonati in organico, per dare definitiva e reale stabilizzazione a questo personale che opera nelle scuole con mansioni analoghe.
Una soluzione definitiva e utile ai lavoratori, funzionale per la scuola e con un risparmio per le casse dello Stato, una soluzione che richiede solo una precisa volontà politica e sindacale.

In Sicilia è previsto un Corteo a Palermo con concentramento dei lavoratori ore 9.30 Piazza Verdi (teatro Massimo) e comizio finale piazza indipendenza
In Puglia è previsto un presidio a Bari davanti al Tribunale, piazza E. De Nicola con consegna documento di denuncia (al presidio di Bari si uniranno anche i lavoratori della Calabria)
In Piemonte è previsto un presidio a Torino sotto la sede Rai, in via Giuseppe Verdi, 16
L'intento è denunciare alla politica, alla stampa e alla magistratura la scandalo degli appaltiscuola e la necessità di reinternalizzare e assumere chi da quasi 20 anni lavora da precario, sfruttato e "schiavizzato" nella scuola come personale ata di fatto

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget