8 agosto 2015

DEPOSITATA DA LUIGI GALLO M5S LA DENUNCIA ALLA CORTE DEI CONTI


LUIGI GALLO
Ancora una volta uno spreco di denaro pubblico combinato con sfruttamento del lavoro e scuole non adeguatamente pulite e ristrutturate. Accade con la proroga del 30 luglio presso la presidenza del consiglio dei ministri tra il sottosegretario Claudio De Vincenti le organizzazioni sindacali e imprenditoriali delle imprese che gestiscono gli appalti delle pulizie. E' stata così depositata la denuncia del M5S alla Corte dei Conti contro le esternalizzazioni più dispendiose della storia della repubblica.
Una proroga che potrebbe essere l'ultima se la volontà del governo di trovare una soluzione definitiva per i lavoratori che nella scuola operano da diversi anni, esclusivamente alle dipendenze delle imprese di pulizia, fosse confermata. Garanzie che, invece, si sarebbero ottenute se in parlamento fosse stato approvato il mio emendamento al decreto PA. La proposta emendativa auspica una reinternalizzazione nelle istituzioni scolastiche dei servizi di pulizia e ausiliari, nonché delle funzioni riconducibili ai ruoli di assistente amministrativo o tecnico. Se approvata la proposta emendativa avrebbe comportato che con l’inizio del prossimo anno scolastico le pulizie nelle scuole sarebbero tornate ad essere di esclusiva competenza dei collaboratori scolastici dipendenti dal ministero dell’istruzione. Ai lavoratori impegnati per conto delle imprese di pulizia nelle istituzioni scolastiche statali in compiti di pulizia o in lavori riconducibili a funzioni di assistente amministrativo o tecnico da almeno tre anni sarebbe stato consentito inclusione nelle graduatorie provinciali e di istituto utilizzate sia per il conferimento di incarichi a tempo indeterminato che per quelli a tempo determinato. Una operazione quest’ultima che non avrebbe comportato un maggiore esborso da parte dello Stato dal momento che i suddetti lavoratori sarebbero andati a coprire solo i posti in organico nelle scuole interessate ( intorno ai 12 mila) non coperti da personale di ruolo o incaricato annuale di nomina da parte dell’amministrazione scolastica.

SI E' SVOLTO L'INCONTRO CON LA USB IL 6 AGOSTO PRESSO IL MINISTERO DEL LAVORO.

Si è svolto il 6 agosto  l'incontro presso il Ministero del Lavoro con la USB.
Come avevamo anticipato si è stabilita la cassa integrazione per i lavoratori sospesi dal lavoro (le aziende anticiperanno la retribuzione della cig) e il finanziamento dei lavori di scuole belle.

31 luglio 2015

CIG LUGLIO E AGOSTO PER I LAVORATORI SOSPESI E FINANZIAMENTO "SCUOLE BELLE"

ACCORDO QUADRO
Sicuramente avrete appreso che c'è l'accordo per la cig in deroga nei mesi di luglio e agosto e il finanziamento dei lavori di decoro...siccome noto un certo entusiasmo fra i lavoratori e alcune sigle sindacali, ritengo opportuno postare alcune informazioni riguardo alla cig. 
Giusto per chiarire che la cig non è una soluzione al nostro problema ma piuttosto un palliativo anche perchè non può essere utilizzata per sempre.
Il Governo infatti ha intenzione di mandare in soffitta la cig in deroga. Io credo che sarebbe ora quindi che si lottasse per una vera soluzione prima che sia troppo tardi....trovo assurdo e inconcepibile aspettare tutte le volte l'emergenza per poi metterci la solita pezza che alla fine penalizza sempre il lavoratore. .... buona lettura.    

29 luglio 2015

REPORT DI CARMELA BONVINO - USB INCONTRO DEL 29-07-2015 PRESSO IL MIUR DI ROMA

Carissimi, come annunciato ieri abbiamo avuto l'incontro con il Dott. Greco Direttore generale per le risorse umane , acquisti e affari generali del Miur fissato giovedì scorso in occasione dei presidi che abbiamo tenuto. 
Nell'incontro abbiamo innanzitutto chiesto aggiornamenti circa la questione del reperimento delle risorse per la continuazione dei lavori di decoro scuole per il secondo semestre 20015 e fino a marzo 2016 rispetto alla quale si determinerà anche la questione salari luglio e agosto. 
Il Direttore Generale ci ha confermato che il Governo sta lavorando per far sì che le risorse per il decoro seconda rata 2015 e fino a marzo 2016 vengano effettivamente appostate nel bilancio MIUR e quindi a stretto giro riassegnate alle istituzioni scolastiche e che, a suo avviso, il fatto che è stato convocato l'incontro a Palazzo Chigi è da ritenere che domani verrà confermato ufficialmente questo e che verrà chiesto alle aziende appaltatrici di rispettare di conseguenza gli accordi e retribuire regolarmente la mensilità di luglio (eventualmente sostituendo la sospensione con ferie forzate e banca ore). E che in ogni caso confermare in sede di incontro la volontà del Governo completare il progetto scuole belle fino a marzo. 
Su questo punto ovviamente ci toccherà aspettare domani per sapere se ci sarà questa conferma oppure le aziende terranno il punto sulla richiesta di cassa in deroga....cosa che ritengo difficilmente ci sarà. In ogni caso emerge che le opzioni sono due o revocano le sospensioni perchè il governo si impegna sui fondi e pagano le mensilità anche se non si lavora (scalando eventualmente ferie e incrementando banca ore) o - se questo non avverrà ma sembrano ormai tutti escludere che ce ne sarà bisogno- viene concessa cassa (della quale ad oggi non si può sapere il per quanto), comunque hanno interesse a mantenere un minimo di continuità di reddito per non perdere la faccia.
Abbiamo quindi evidenziato che sia in una ipotesi che nell'altra ( che in ogni caso non garantisce che i lavoratori abbiano effettivamente i soldi a luglio....visti i normali ritardi) rimangono tutti aperti i problemi generali e più gravi:

1. che succede a marzo ?
2. come si garantisce che l'afflusso delle risorse alle aziende per i lavori di decoro si traduca veramente in garanzia di mantenimento del reddito ?
(abbiamo illustrato con numerosi esempi quanto sta accadendo su rinunce orarie e banche ore strabordanti o scalate a rate dai salari) visto che questo non è stato comunque garantito in questo anno e mezzo? e i soldi sono stati spesi a tutto vantaggio delle aziende che continuano di contro nelle pratiche vessatorie, non pagano, pagano male e traggono il massimo del profitto a discapito dei lavoratori ma anche del servizio.

La USB ha evidenziato che con la distribuzione dei cantieri di manutenzione e l'utilizzo strumentale degli accordi di flessibilità si rende invivibile la condizione di quanti lavorano e questo fermo estivo rischia di essere uno speco di tempo aggravando la confusione da settembre quando riprenderanno sia le attività di pulizia che di decoro.
Abbiamo quindi detto che a nostro avviso l’assunzione ata è la vera e unica soluzione a questo impiccio che hanno fatto dal 2001 ad oggi e abbiamo sollecitato interventi e maggiori controlli per sanzionare i comportamenti illegittimi delle aziende e sbloccare le situazioni tipo lotto Benevento o lotto Latina Frosinone.
Si è richiesto poi un confronto più costante con il Miur e chiesto di portare nell'incontro del 30 p.v. la nostra richiesta di vera stabilizzazione, con le nostre proposte in merito all'assunzione ata, maggiori controlli e sanzioni alle aziende che vessano i lavoratori o non sono in regola, la necessità che i finanziamenti pubblici siano utilizzati per dare vera qualità al servizio, vera stabilità agli addetti e non subordinati alle esigenze e al profitto delle aziende.
Infine si è chiesto aggiornamenti rispetto al futuro dei Cococo ex-lsu che saranno prorogati come di abitudine il prossimo anno e rispetto ai quali, ci è stato detto, verranno emesse apposite e tempestive disposizioni ai dirigenti scolastici per evitare sospensioni o proroghe di pochi mesi
Il Direttore generale ha assunto l'impegno a continuare il confronto sulle tematiche gestionali e a rincontrarci, auspicando che a breve termine vengano loro fornite anche a loro dalla " politica" indicazioni sul dopo marzo 2016.
Questo è quanto.....ora tocca attendere l' incontro a Palazzo Chigi, poi vi aggiorneremo dandovi un primo commento e maggiori indicazioni nel merito a seconda di quello che verrà deciso dal Governo e di conseguenza dai Consorzi o dal Ministero del Lavoro.

25 luglio 2015

OTTIMA PARTECIPAZIONE ALLA CONFERENZA ORGANIZZATA DA ALDO MUCCI - USB SICILIA


Bella partecipazione dei lavoratori exlsu alla conferenza organizzata da ALDO MUCCI - USB SICILIA.
Felicissimo di vedere la partecipazione dei lavoratori...vi abbraccio tutti e non demordiamo...andiamo avanti. Vi posto il link del tg regionale :
il video che ci riguarda è al minuto 4,10...clicca sul link per il video.

 http://www.televideoagrigento.tv/pages/tva-notizie-25-luglio-2015

23 luglio 2015

REPORT PRESIDI USB –UNIONE SINDACALE DI BASE

Oggi 23 luglio 2015 si sono tenuti i vari presidi Regionali della USB presso le Prefetture e il Ministero del Lavoro di Roma.
La USB e una delegazione di lavoratori che presidiavano il Ministero del Lavoro di Roma sono stati ricevuti dal Direttore Generale  della tutela delle condizioni di lavoro e delle relazioni industriali  che riferisce rispetto alla problematica dei periodi di sospensione estiva che da parte del Governo e del Ministero dell’economia c’è l’impegno di recuperare nei prossimi giorni le risorse necessarie per i lavori di decoro del II semestre e se ci riusciranno le aziende allora saranno costrette a retribuire il mese di luglio in quanto la sospensione sarebbe illegittima anche rispetto all’ accordo del 28 marzo 2014 siglato dalle parti.
Nel caso in cui invece non ci sia la possibilità di reperire le risorse si prenderà allora in considerazione un periodo di cassa che al momento non è definibile.
La USB durante l’incontro ha evidenziato inoltre tutta una serie di problematiche e anomalie riscontrate sui vari territori, problematiche e anomalie anche abbastanza gravi quali ad esempio l’introduzione in appalto di lavoratori estranei all’ appalto, continui ritardi pagamento di alcune aziende,ecc,ecc….. riservandosi di attivarsi in altre azioni sindacali a difesa dei diritti dei propri iscritti. 
A conclusione del l’incontro presso il Ministero del Lavoro, Carmela Bonvino - USB , ha contattato anche il MIUR di Roma che non avendo altre notizie da aggiungere a quelle già reperite al Ministero del Lavoro ha fissato un’ incontro con la USB per il giorno 28 luglio 2015 per successivi ed eventuali aggiornamenti.  

22 luglio 2015

SCUOLA: DOMANI IN PIAZZA CON L’USB EX-LSU ADDETTI A PULIZIA E MANUTENZIONI A Roma dalle ore 10.00 sotto il Ministero del Lavoro. Presìdi anche in altre città


mercoledì, 22 luglio 2015
COMUNICATO STAMPA
L’Unione Sindacale di Base indice per domani, giovedì 23 luglio, presìdi in varie città degli ex-Lsu che da anni operano negli appalti di pulizia delle scuole e nel progetto “scuole belle”. La protesta scaturisce dal fatto che le aziende appaltatrici hanno unilateralmente disposto la sospensione dei salari per i mesi di luglio e agosto, a fronte del ritardo da parte del MIUR nell’assegnazione delle risorse per lo svolgimento dei lavori di manutenzione e abbellimento del secondo semestre 2015.
 Le iniziative principali si terranno a Roma, dalle ore 10.00 sotto il Ministero del Lavoro in Via Fornovo 8, e a seguire sotto al MIUR; a Latina, dalle ore 10.00 davanti alla Prefettura; a Bari, dalle 10.30 in piazza Prefettura; a Cagliari dalle ore 10.00 davanti alla Prefettura.
 “A nemmeno un anno dalla sottoscrizione di accordi tra la triplice, i consorzi gestori dei servizi ed il Governo e ci troviamo di nuovo in emergenza occupazionale e salariale per oltre 11.000 lavoratori in tutta Italia”, denuncia Carmela Bonvino, responsabile del settore per l’USB Lavoro Privato.
 Prosegue Bonvino: “Quegli accordi, che a detta di chi li ha sottoscritti dovevano risolvere l’emergenza,  nei fatti hanno solo permesso al Governo di fare le ‘scuole belle’ sulla pelle e le tasche dei lavoratori e alle aziende di aumentare i loro affari schiavizzando un’intera categoria.  Ora, a causa di un inaccettabile rimpallo di responsabilità, permettono anche di mettere a rischio i salari e la sopravvivenza economica di migliaia di addetti, già costretti nell’ultimo anno a orari di lavoro inaccettabili, continui spostamenti e carichi di lavoro eccessivi”.
 “Per questi motivi abbiamo indetto presidi in diverse città – spiega  la dirigente USB - per ottenere il ritiro delle disposizioni aziendali di sospensione estiva nei mesi di luglio e agosto,  l’annullamento dell’accordo del 5 maggio 2014 e del 15 gennaio 2015, firmato dai Consorzi e da Cgil Cisl Uil, e ribadire che l’eventuale approvazione di una cassa integrazione, che non assicura salario pieno e che ad oggi non è nemmeno garantita,  non risolve le evidenti disfunzioni, gli scarica barile e gli sprechi della gestione in appalto delle pulizie e del progetto scuole belle”.
 “La richiesta forte dei lavoratori è quella che il  MIUR  intervenga con atti concreti per mettere fine alle tante disfunzioni e problematiche irrisolte e che il Governo e il Parlamento approvino il disegno di legge a favore dell’assunzione ATA dei lavoratori ex-Lsu, perché questa vertenza necessita di vere risposte che garantiscano il lavoro e il salario e che mettano fine a questo scandalo degli appalti scuola”, conclude Bonvino.

21 luglio 2015

LA MANITALIDEA DICHIARA A VERBALE DI REVOCARE I LICENZIAMENTI COLLETTIVI IN REGIONE SICILIA E CAMPANIA


USB - UNIONE SINDACALE DI BASE
Oggi 21 luglio 2015 si sono incontrati presso il Ministero del Lavoro la USB e la ditta MANITALIDEA in riferimento alla procedura di licenziamento collettivo in atto nelle regioni Campania e Sicilia.

Dopo ampia discussione la MANITALIDEA dichiara a verbale di revocare le procedure di licenziamento.

20 luglio 2015

PRESIDIO PRESSO LA PREFETTURA DI NAPOLI DEI LAVORATORI EXLSU ADDETTI ALLA PULIZIA E AL DECORO NELLE SCUOLE.

USB - UNIONE SINDACALE DI BASE - CAMPANIA

Oggi 20 luglio 2015 presso la Prefettura di Napoli si è svolto il presidio dei lavoratori exlsu addetti alla pulizia e al decoro nelle scuole.
La USB ha chiesto al Prefetto di attivarsi affinché le aziende ritirino le sospensioni lavorative nei mesi di luglio ad e agosto  e visto il palese fallimento dell’ esternalizzazione dei servizi nelle scuole (pulizia e decoro), di favorire una soluzione definitiva di questa vertenza che ad oggi sta di fatto creando solo disagi ai lavoratori e alle scuole che spesso subiscono disservizi dovuti da azioni di protesta dei lavoratori esasperati per tutto quanto stanno subendo.

Si è chiesto inoltre di inviare un documento all’ attenzione del MIUR  affinché intervenga con atti concreti per mettere fine alle tante problematiche denunciate, e del GOVERNO per richiedere l’approvazione del disegno di legge depositato in Parlamento a favore dell’assunzione ATA dei lavoratori ex LSU, perché questa vertenza necessita di VERE RISPOSTE che garantiscano il lavoro e il salario ai lavoratori e che mettano fine a questo SCANDALO che viene perpetrato dall‘ anno 2001.

LA PREFETTURA PRESO ATTO DI QUANTO DENUNCIATO DALLA USB SI E' PRESA L'IMPEGNO DI ATTIVARSI AD ORAS COME RICHIESTO PRESSO IL GOVERNO e il MIUR di Roma.

USB - UNIONE SINDACALE DI BASE - GIOVEDI 23 LUGLIO 2015 - MOBILITAZIONE NAZIONALE DEI LAVORATORI ADDETTI ALLA PULIZIA E AL DECORO NELLE SCUOLE.

Si comunica che giovedì 23 luglio la USB attuerà una mobilitazione Nazionale dei lavoratori addetti alla pulizia e al decoro nelle scuole. 
Si effettueranno presidi su tutte le Regioni interessate per la VERA GARANZIA DEL SALARIO e per la VERA STABILIZZAZIONE. 
A breve vi segnaleremo orari e appuntamenti.

Clicca con il mouse per dargli da mangiare