15 febbraio 2014

LETTERA APERTA DA VOLANTINARE E AFFIGGERE DAVANTI AI CANCELLI DELLE SCUOLE




LETTERA APERTA DEI LAVORATORI EX LSU SCUOLA


Siamo i Lavoratori ex LSU impegnati nell’appalto di pulizia nelle Scuole che dal 2001 garantiscono i servizi di pulizia in più di 4.000 Istituti scolastici (11.500 lavoratori in tutto il Centro-Sud di cui 5.000 solo in Campania).

Vogliamo mettere a conoscenza TUTTI che il MIUR ha attuato una nuova  gara  di  pulizie  nelle  scuole  a  gestione  CONSIP  che  sta determinando la riduzione del  salario con stipendi da fame di circa 300/400 euro al mese per ogni lavoratore.  Nel Veneto le ditte subentranti incuranti anche della proroga in corso al 28 febbraio per scadenza appalto hanno attuato riduzioni orarie e di salario così drastiche che hanno determinato disservizi della pulizia nelle scuole costringendo alla mobilitazione e alla protesta i lavoratori ma anche Presidi, Sindaci e Genitori degli alunni. Disagio e disservizio che è stato anche riportato giorni fa da trasmissioni RAI note e testate giornalistiche nazionali.

Nella regione Campania la gara Consip è stata invalidata e i lavoratori verranno licenziati al 28 febbraio senza avere neanche la certezza che ci sia una ditta subentrante.

Riteniamo  che  tutto questo sia indegno di una società civile e crediamo che tutto ciò sia preoccupante  non solo per noi lavoratori, ma anche per la scuola che subirà certamente un servizio di pulizia più scadente e per l’economia  delle Regioni in cui noi siamo residenti (visto che parliamo di più di 11.500 famiglie coinvolte).

Noi  lavoratori e cittadini Italiani, nella  consapevolezza  del  clima  particolare  in  cui versa oggi la nostra Nazione, portiamo a conoscenza di voi tutti una proposta di soluzione che razionalizzerebbe le risorse ma che allo stesso tempo garantirebbe benefici alle scuole e ai lavoratori ex LSU. Proponiamo l’ internalizzazione del servizio di pulizia nelle scuole attraverso  l’inserimento nelle graduatorie ATA dei lavoratori ex LSU con il riconoscimento del servizio prestato nelle scuole di noi lavoratori dal 1995 ad oggi, (tenendo anche conto che gli ex LSU  determinano,  sui  posti  in  organico del personale ATA, un accantonamento di posti del 25% equivalente a 11.800 posti).

Noi affermiamo che i benefici che scaturirebbero dall’ assunzione  diretta  dei lavoratori ex LSU ATA sarebbe sia sociale (perché i lavoratori percepirebbero uno stipendio dignitoso), sia funzionale per la scuola (perché il Dirigente scolastico avrebbe la gestione di tutto il personale della scuola compreso gli ex LSU) che economico, in  quanto  si  è  calcolato  che  eliminando l’intermediazione di manodopera, “i Consorzi affidatari dell’appalto”, il  MIUR  risparmierebbe  più di 60 milioni di euro l’anno senza tagliare salari e posti di lavoro. Anche perché lunedì 2 dicembre 2013 nella trasmissione di “REPORT” si è ben chiarito l’inciucio che si cela dietro la Consip fra alcuni partiti politici e le ditte di pulizia. L’ UNIONE SINDACALE DI BASE ha denunciato e collaborato all’ inchiesta della Gabanelli in riferimento alle gare di pulizia nelle scuole proprio per evidenziare che il Governo continua ingiustificatamente ad attuare soluzioni che di fatto vanno a discapito dei lavoratori e del servizio di pulizie nelle scuole garantendo solo di fatto le aziende appaltatrici …le lobby.

Per quanto sopra chiediamo la solidarietà e l’intervento di chiunque possa fare qualcosa per noi anche in previsione del fatto che è in programma una riunione a Palazzo Chigi per discutere su tale vertenza, visto le numerose proteste dei lavoratori. Aiutateci a far si che da tale incontro  si decida finalmente di adottare quanto da noi sopra proposto.

CI SCUSIAMO CON I GENITORI DEGLI ALUNNI PER IL DISAGIO CHE SAREMO COSTRETTI A CREARE MA PUTROPPO NON CI LASCIANO ALTERNATIVA.

Distinti saluti                                                 

7 commenti:

  1. COLLEGHI VI POSTO UNA LETTERA APERTA CHE USEREMO QUI IN CAMPANIA DALLA SETTIMANA PROSSIMA DURANTE LE INIZIATIVE CHE ATTUEREMO. POTETE VOLANTINARLA OPPURE POTETE FARE DELLE STAMPE IN FORMATO A3 E AFFIGGERLE AI CANCELLI DELLE SCUOLE. VI CONSIGLIO POI DI FARVI LE FOTOCOPIE DELLE LETTERE DI LICENZIAMENTO CHE AVETE RICEVUTO E DI PORTARLE A SEGUITO DURANTE LE INIZIATIVE.
    PER I COLLEGHI NON CAMPANI:
    PER USARE LA STESSA LETTERA BASTA CHE CANCELLATE CAMPANIA E AGGIUNGETE IL NUMERO DEI LAVORATORI PRESENTI E IL NOME DELLA VOSTRA REGIONE. FORZA E CORAGGIO !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve a tutti sono una dipendente di una coop sociale che lavora nelle scuole di preciso a Torino,da 38 ore sett la coop subentrante che ha vinto l appalto ci ha fatto un contratto di 10 ore sett i più fortunati altri a 7,5!!!e questo nonostante la famosa proroga di un mese!io e altre colleghe prima di questa poroga ci siamo incatenate davanti al comune di torino!dopo una sett estenuante abbiamo saputo della proroga e le istituzioni e il la cgil ci aveva promesso che questo mese serviva per poter far più tavoli di confronto per risolvere il problema ...invece le coop entranti hanno attuato lo stesso il taglio!!!!sono scoraggiata ...come si fa a vivere con 200 250 euro al mese???

      Elimina
  2. PUGLIESE 6817/02/14, 21:25

    FORZA EX LSU ATA DI TUTTE LE REGIONI OCCUPIAMO LE SCUOLE PREN DIAMO ESEMPIO DAI CAMPANI.

    RispondiElimina
  3. Salve, sono un genitore di un alunno di una scuola elementare nel campano ed ammiro la vostra battaglia per un posto di lavoro dignitoso .
    E nel mio piccolo vi vorrei dare un idea, una delegazione potrebbe sbarcare a Sanremo penso non ci sia una vetrina più importante.
    Un cordiale saluto a tutti

    RispondiElimina
  4. siamo due signore della provincia di benevento che da oltre vent'anni lavorano in questo campo,volevamo solo manifestare il nostro sdegno per questo increscioso fatto che sta accadendo.Abbiamo figli a casa enza lavoro,e credo come noi molti altri,e non sappiamo come tirare avanti e dal 28 di questo mese andiamo a casa anche noi.domani sarà nostro dovere prendere la lettera e volantinarla in tutta la Valle Telesina per farci sentire.Con la speranza che si risolvi qualcosa al più presto vi mandiamo i nostri saluti...Enza e Giovanna

    RispondiElimina
  5. SANDOKAN LO ZOMBI04/03/14, 11:43

    Care signore,dalle nostre parti si dice (chi è causa del suo male ecc.ecc.)la speranza è l'ultima a morire,noi sono anni che stiamo facendo una lotta contro i mulino a vento,e quando dico noi intendo pochi ma così pochi che ci chiamiamo per nome ormai.Noi questa lotta l'abbiamo iniziata in tempi non sospetti quando la massa degli EX LSU dormiva sonno tranquilli,pensavano che questa storia durava all'infinito,purtroppo come ogni favola ha una fine,la nostra purtroppo ha avuto un brutto finale anche grazie a quella "massa".Ma non tutto è finito se tutti gli EX LSU si coalizzassero e portassero avanti una lotta comune per un futuro più dignitoso,dipende solo da voi.

    RispondiElimina
  6. lasciate perdere ex lsu ata !!se i vostri colleghi non disdettano le tessere di cgil cisl e uil per voi non ce speranza! sono i confederali che remano contro di voi!!

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget