30 giugno 2010

Risposta del BLOG alle dichiarazioni fatte a RADIO 1 “RADIO ANCHIO” dal Ministro Gelmini alle e-mail inviate dagli ex lsu - ata

Clicca sul titolo per sentire la dichiarazione della Gelmini. On. Ministro. Che in una trasmissione radio della durata di un’ora scarsa non si potessero soddisfare tutte le richieste e tantomeno toccare tutti i problemi inerenti alla Scuola, ne eravamo assolutamente convinti a priori. Quello che invece ci stupisce o meglio, conferma i nostri sospetti, è che una redazione letteralmente sommersa di e-mail, fax, sms e richieste di interventi in diretta, con un unico tema comune, quello degli Ex Lsu Ata in servizio nella Scuola, ovvero lo spreco di denaro pubblico degli appalti, conceda a questo argomento l’ultimo minuto della programmazione con una domanda a Lei posta in modo vago e superficiale, senza contraddittorio. Alla quale Lei ha risposto in modo, ci permetta, altrettanto impreciso. Lei, oltre a ricordarci che ha ereditato tale situazione, ha affermato che “la Scuola non può svolgere un ruolo di ammortizzatore sociale” e che “questi posti di lavoro sono stati creati in maniera abbastanza approssimativa”. On. Ministro, Le vogliamo comunicare che queste parole per gli Ex Lsu della Scuola, suonano come la peggiore delle beffe!! Mai potevamo immaginare di essere un giorno considerati un peso per la collettività. Lei ci sta espropriando anche dell’ultima briciola di dignità che ci restava: la convinzione di aver svolto sempre con onestà e utilità il nostro lavoro!! E ci rendiamo conto purtroppo, che a nulla è servito raccontarVi la nostra storia per tante volte!! Di quando il Vostro Ministero e gli Enti Locali hanno “abusato” degli LSU, utilizzandoci per sopperire a gravi carenze di organico Ata, senza riconoscerci alcun diritto (lavoro nero) e con una miseria di sussidio!! Tenga presente che nel 1996, in Italia non c’erano più bidelli che carabinieri, come qualcuno ha osservato un po’ di tempo fa ma la Scuola aveva un vuoto di organico che si aggirava intorno alle 45 mila unità!! Vuoto colmato in parte dagli Lsu per 5 anni, dopodiché l’epilogo, il “tradimento” da parte delle Istituzioni: invece della stabilizzazione (sacrosanta), nel 2001 per noi arriva la pseudo “convenzione quadro” che tutti conosciamo. Perché non ha parlato piuttosto dell’inciucio degli appalti e della protezione che viene riservata alle lobby politicizzate che lucrano su di essi?? Che fine ha fatto fare al libro bianco che Le è stato consegnato tramite il Sottosegretario On. G. Pizza, nell’incontro da noi avuto al Ministero il 16 aprile c.a.?? Se l’avesse letto conoscerebbe meglio la nostra categoria e forse ci avrebbe risparmiato l’ennesima umiliazione. On. Ministro, è facile fare affermazioni alle quali non si dà possibilità di replica. Perché non affronta con noi un pubblico dibattito?? Le dimostreremo ampiamente che non siamo beneficiari di alcuna agevolazione o di ammortizzatori sociali. Se mai siamo la parte lesa in questo sistema affaristico, dilagante a causa di un mondo politico corrotto. ALTRO CHE AMMORTIZZATORI SOCIALI!!! Mimmo

141 commenti:

  1. X GF
    collega ti ricordo che noi viviamo come te le stesse situazioni dal 1995 , anche noi abbiamo attualmente o abbiamo avuto in passato problemi con dirigenti e quant'altro.
    Al presidio GF potevi anche venire tu da solo, sarebbe stato comunque un contributo …. ti prego poi di non venirmi a dire che avete fatto scioperi in passato senza ottenere niente perchè allora dovrei chiederti...
    Per cosa scioperavi ? Cosa volevi ottenere dagli scioperi fatti con il tuo sindacato ?
    I nostri scioperi, la nostra lotta ha una sola finalità L'ASSUNZIONE ATA..tu hai mai scioperato per questo ?
    Saluti

    RispondiElimina
  2. Gigi scusami come vedi i commenti possono essere scritti sotto quest'articolo così come tu suggerisci, diverebbe poi questa la pagina più seguita.
    Comunque volevo dirti che hai pienamente ragione, bisogna continuare a fare rumore con ogni mezzo possibile. Solo questo può darci maggiore visibilità rispetto a quella che già stiamo ottenendo!
    Sappiate che la Sig.ra Franca Corradini è tornata a occuparsi di noi pubblicando l'articolo sul blog "a scuola di bugie". Un abbraccio a tutti voi.

    RispondiElimina
  3. Secondo me ognuno di noi deve iniziare a farsi sentire presso le istituzioni con tutti i mezzi possibili e immaginabili. Una goccia non si percepisce ma milioni di goccie vuol dire che piove e si iniziano a prendere provvedimenti. Saluti

    RispondiElimina
  4. Come ha dettooo!ammortizzatori sociali........lavori trovati approssimativiiiii ma questa non capisce propio niente ma dove lannno raccattataaaa. Roberta

    RispondiElimina
  5. Se si parte dal presupposto che capiscano tutto anche troppo bene e ciò che ne consegue ma vedono la cosa da una prospettiva diametralmente opposta forse si inizia a inquadrare la realtà delle cose. Ed inoltre va considerato che si è in totale assenza di una forma organizzativa di autotutela veramente valida. Infine che il rumore non interessa a nessuno, si tappano le orecchie e fanno finta di non sentire. Semplicemente si dovrebbe dire ORA BASTA ma dire soltanto NON SEMPRE BASTA. Al di là di tali vaghe considerazioni lapalissiane non ho idea di quale iniziativa potrebbe cambiare in positivo le cose ma quanto meno deve essere chiara la prospettiva. Capito?????????

    RispondiElimina
  6. le idee senza fatti lasciano spazio alla sola demagogia. a mio parere i segnali che arrivano da molte parti dello stato sociale evideziano chiaramente la nostra incapacità ma soprattutto l'incapacità di chi dovrebbe rappresentarci e difendere quei diritti acquisiti per i quali in un passato recente molti hanno sacrificato la loro vita. rinunciare significa arrendersi, perdere un diritto oggi che difficilmente avremo la possibilità di riavere significa diventare servi dei padroni e fare un salto nel buio. oggi si vive per un pezzo di pane e spesso si litiga per quei diritti che sono sanciti nella nostra costituzione. il LAVORO, il DIRITTO ALLO STUDIO in primis. continuiamo a belare su questi blog e aspettiamo rassegnati come pecore il nostro destino.

    RispondiElimina
  7. Caro anonimo delle 00:06 (già il fatto che io debba definirti "anonimo" la dice lunga), deduco dall'incedere, che potresti essere lo stesso del post precedente, delle 23:23 ma azzardo perchè nella vita niente è sicuro, se non la morte. Vorrei fare solo qualche considerazione personale: Condivido pienamente diversi punti del tuo post ma trovo anche delle contraddizioni. Sono con te quando parli di diritti, conquistati in passato con sacrifici enormi e te lo dice uno che ha partecipato all'autunno sindacale del '69 (detto anche autunno caldo). Altrettanto d'accordo mi trovi nel pensare di difenderli ad ogni costo questi diritti, molti dei quali previsti Costituzionalmente e che perderli ora significherebbe non riaverli più. Ma non puoi per questo lamentare l'assenza totale di qualsiasi forma di autotutela da parte nostra, vista così la cosa, sembrerebbe che tutti noi indistintamente, siamo succubi della volontà di politici e sindacati confederali, senza via d'uscita. E' un modo un pò qualunquista di giudicarci, non ti pare? Se dovessimo attenerci alle tue considerazioni, dovremmo fare un bilancio catastrofico di questi 14 mesi, trascorsi a cercare aggregazione e nuovi obiettivi da raggiungere. Il fatto che tu includa te stesso nei "colpevoli" di questa disfatta non ti autorizza a colpevolizzare tutti. Tu dici che continuiamo a belare nel blog: oggi hai almeno la possibilità di "belare" in un blog, ieri non avevi neanche questa!!! E poi, se tu hai l'impressione di aspettare rassegnato... credimi, è una questione tutta tua. Qui c'è gente che ha la coscienza a posto, perchè sà che stà facendo il possibile per cambiare questo stato di cose.
    saluti. E raccomanderei sempre coerenza: Non siate anonimi.

    RispondiElimina
  8. NESSUN TELEGIORNALE HA AVUTO IL PERMESSO DI DIFFONDERE QUESTA NOTIZIA

    Ieri il Senato ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (D.d..L. 733) tra gli altri con un emendamento del senatore Gianpiero D'Alia (UDC) identificato dall'articolo 50-bis: "Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet"; la prossima settimana Il testo approderà alla Camera come articolo nr. 60.

    Questo senatore NON fa neanche parte della maggioranza al Governo... il che la dice lunga sulle alleanze trasversali del disegno liberticida della Casta.

    In pratica in base a questo emendamento se un qualunque cittadino dovesse invitare attraverso un blog (o un profilo su fb, o altro sulla rete) a disobbedire o a ISTIGARE (cioè.. CRITICARE..??!) contro una legge che ritiene ingiusta, i providers DOVRANNO bloccarne il blog o il sito.

    Questo provvedimento può far oscurare la visibilità di un sito in Italia ovunque si trovi, anche se è all'ESTERO; basta che il Ministro dell'Interno disponga con proprio decreto l'interruzione dell'attività del blogger, ordinandone il blocco ai fornitori di connettività alla rete internet. L'attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro 24 ore; pena, per i provider, sanzioni da 50.000 a 250.000 euro.

    Per i blogger è invece previsto il carcere da 1 a 5 anni oltre ad una pena ulteriore da 6 mesi a 5 anni perl'istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all'ODIO (!) fra le classi sociali.
    MORALE: questa legge può ripulire immediatamente tutti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta.

    In pratica sarà possibile bloccare in Italia (come in Iran, in Birmania e in Cina) Facebook, Youtube e la rete da tutti i blog che al momento rappresentano in Italia l'unica informazione non condizionata e/o censurata.

    ITALIA: l'unico Paese al mondo in cui una media company (Mediaset) ha citato YouTube per danni chiedendo 500 milioni euro di risarcimento.

    Con questa legge non sarà più necessario, nulla sarà più di ostacolo anche in termini PREVENTIVI.
    Dopo la proposta di legge Cassinelli e l'istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra meno di 60 giorni dovrà presenterà al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al "pacchetto sicurezza" di fatto rende esplicito il progetto del Governo di "normalizzare" con leggi di repressione internet e tutto il sistema di relazioni e informazioni che finora non riusciva a dominare.

    Mentre negli USA Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet, l'Italia prende a modello la Cina, la Birmania e l'Iran.
    Oggi gli UNICI media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati la rivista specializzata "Punto Informatico" e il blog di Grillo.

    Fatela girare il più possibile per cercare di svegliare le coscienze addormentate degli italiani perché dove non c'è libera informazione e diritto di critica la "democrazia" è un concetto VUOTO.

    documentazione diffusa da
    Coordinamento degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani
    http://www.perlapace.it/

    GUARDA FINIAMO COME IL CILE IN DITTATURA CHE ANGOSCIA...
    CIAO DA SALVO DA RAG

    RispondiElimina
  9. Ho chiesto giorni fà se qualcuno riusciva a contattre Vendola ma come altre volte non ho ricevuto alcuna risposta. forse non mi avete risposto perchè anonimo ma ricordate che anche un anonimo può, se le sue idee sono giuste aiutarci per il nostro obiettivo e poi non possiampo sindacare il perchè uno non dice il suo nome. di sicuro ci sarà un motivo. comunque speriamo di cuore che anche questo blog non faccia la fine dell'altro sarebbe molto CONTROPRODUCENTE per la nostra categoria ma facciamo attenzione a rimanere fuori dalle os. saluti da chi non gli piace inventare un nome perchè sarebbe falso e io sono contro i falsi.

    RispondiElimina
  10. caro anonimo delle23,23 forse sono stata troppo agressiva nel mio comento ma il fatto è che dopo aver lavorato per 16 anni in una scula materna facendo di tutto di più custode pulizie mensa e spesso ore in più per le feste scolastiche non ritribuite e tutto ciò solo perche credevo al mio lavoro e ho messo veramente tutto l' amore nel mio lavoro mi sono sentita dire che per fare la domanda come custode statale non ho i requisiti giusti perche ho lavorato per le scuole con una ditta appaltatrice! poi esce la circolare della gelmini tagli del 25% e mi vedo questi statali fissi che non fanno niente anche dopo i tagli perche mezzi invalidi mezzi vagabondi che anche se le scule restono sporche non gliene frega niente perche il posto non glielo toglie nessuno che entrono quando vogliono ed escono quando vogliono che per le feste di natale e pasqua luglio agosto e metà settembre restono a lavorare se cosi' si può dire perche spesso si ritrovono tutti insieme in una scuola per farsi compagnia a non far niente li pagono lo stesso mentre noi delle ditte stamo a casa e non percipiamo neanche di una disoccupazione e devo anche sentire che facciamo parte dei lavoratori approssimativi ma perche non mandano via quei parassiti e assumono noi il buon giorno si vede dal mattino chi ha voglia di lavorare si vede subito spero di essere stata chiara e mi scuso se qualcuno mi ha frainteso ciao roberta....

    RispondiElimina
  11. ciao mimmo sono l'anonimo vincenzo delle oo,06 del 3 luglio ma potrei essere anche nessuno o centomila, il nome in questo caso dice poco anzi nulla come il popolo uno per uno che pensa solo alla sua saccoccia alla sua famiglia. come ben ricorderai l'antico motto romano dividi e governa. nulla di nuovo fino a qui. volevo solo credere che avevamo costruito una coscenza collettiva capace di contrastare il potere del dio denaro ma quando il popolo italiano comincia ad avere fame non ricordo rivoluzioni ma solo accomodamenti e passo di mano, si da un dittatore all'altro però. mi rattrista il fatto che non riusciamo ad essere uniti neanche come nazione e questa la dice lunga. cmq da parte mia trovi un uomo disposto . saluti

    RispondiElimina
  12. Buonasera a tutti, vorrei solo dirvi una cosa: avete rotto con questi anonimi delle 2 delle 14,26 dobbiamo andare a Roma e spaccare tutto lo volete capire o noo.
    (Galatina è presente)

    RispondiElimina
  13. da italia oggi pag.40 .L'onorevole Gelmini critica le politiche condotte negli ultimi decenni nella scuola ,affermando che il rapporto docenti alunni e' il piu' alto in Europa ecc. ecc .Conclude l'articolo dicendo:<> leggetelo PaoloPilia ex lsu ogliastra

    RispondiElimina
  14. dicendo:hanno trasformato la scuolain una specie di ammortzzatore sociale per aumentare l'occupazione. Paolo ex lsu oglistra

    RispondiElimina
  15. dicendo:hanno trasformato la scuolain una specie di ammortizzatore sociale per aumentare l'occupazione. paolo ex lsu ogliastra

    RispondiElimina
  16. ECCO QUALCUNO D'AMMIRARE...
    LEGGETE QUESTA LETTERA

    Caro direttore - scrive la Busi - ti chiedo di essere sollevata dalla
    mansione di conduttrice dell'edizione delle 20 del TG1, essendosi
    determinata una situazione che non mi consente di svolgere questo compito
    senza pregiudizio per le mie convinzioni professionali. Questa è per me -
    prosegue - una scelta difficile, ma obbligata. Considero la linea editoriale
    che hai voluto imprimere al giornale una sorta di dirottamento, a causa del
    quale il TG1 rischia di schiantarsi contro una definitiva perdita di
    credibilità nei confronti dei telespettatori.

    Come ha detto - osserva la giornalista - il presidente della Commissione di
    Vigilanza Rai Sergio Zavoli: 'la più grande testata italiana, rinunciando
    alla sua tradizionale struttura ha visto trasformare insieme con la sua
    identità, parte dell'ascolto tradizionale´.
    Amo questo giornale, dove lavoro da 21 anni. Perchè è un grande giornale. È
    stato il giornale di Vespa, Frajese, Longhi, Morrione, Fava, Giuntella. Il
    giornale delle culture diverse, delle idee diverse. Le conteneva tutte, era
    questa la sua ricchezza. Era il loro giornale, il nostro giornale. Anche dei
    colleghi che hai rimosso dai loro incarichi e di molti altri qui dentro che
    sono stati emarginati. Questo è il giornale che ha sempre parlato a tutto il
    Paese. Il giornale degli italiani.

    Il giornale che ha dato voce a tutte le voci. Non è mai stato il giornale di
    una voce sola. Oggi l'informazione del TG1 è un'informazione parziale e di
    parte.
    Dov'è il paese reale? Dove sono le donne della vita reale? Quelle che devono
    aspettare mesi per una mammografia, se non possono pagarla? Quelle coi
    salari peggiori d'Europa, quelle che fanno fatica ogni giorno ad andare
    avanti perchè negli asili nido non c'è posto per tutti i nostri figli?
    Devono farsi levare il sangue e morire per avere l'onore di un nostro
    titolo. E dove sono le donne e gli uomini che hanno perso il lavoro? Un
    milione di persone, dietro alle quali ci sono le loro famiglie.
    CONTINUA...

    RispondiElimina
  17. Dove sono i giovani, per la prima volta con un futuro peggiore dei padri? E
    i quarantenni ancora precari, a 800 euro al mese, che non possono comprare
    neanche un divano, figuriamoci mettere al mondo un figlio? E dove sono i
    cassintegrati dell'Alitalia? Che fine hanno fatto? E le centinaia di aziende
    che chiudono e gli imprenditori del nord est che si tolgono la vita perchè
    falliti? Dov'è questa Italia che abbiamo il dovere di raccontare?
    Quell'Italia esiste. Ma il tg1 l'ha eliminata.

    Anche io compro la carta igienica per mia figlia che frequenta la prima
    elementare in una scuola pubblica. Ma la sera, nel TG1 delle 20, diamo
    spazio solo ai ministri Gelmini e Brunetta che presentano il nuovo grande
    progetto per la digitalizzazione della scuola, compreso di lavagna
    interattiva multimediale.
    L'Italia che vive una drammatica crisi sociale è finita nel binario morto
    della nostra indifferenza. Schiacciata tra un'informazione di parte - un
    editoriale sulla giustizia, uno contro i pentiti di mafia, un altro
    sull'inchiesta di Trani nel quale hai affermato di non essere indagato,
    smentito dai fatti il giorno dopo - e l'infotainment quotidiano: da quante
    volte occorre lavarsi le mani ogni giorno, alla caccia al coccodrillo nel
    lago, alle mutande antiscippo.

    Una scelta editoriale con la quale stiamo arricchendo le sceneggiature dei
    programmi di satira e impoverendo la nostra reputazione di primo giornale
    del servizio pubblico della più importante azienda culturale del Paese.
    Oltre che i cittadini, ne fanno le spese tanti bravi colleghi che potrebbero
    dedicarsi con maggiore soddisfazione a ben altre inchieste di più alto
    profilo e interesse generale.
    Un giornalista ha un unico strumento per difendere le proprie convinzioni
    professionali: levare al pezzo la propria firma. Un conduttore, una
    conduttrice, può soltanto levare la propria faccia, a questo punto.
    Nell'affidamento dei telespettatori è infatti al conduttore che viene
    ricollegata la notizia. È lui che ricopre primariamente il ruolo di garante
    del rapporto di fiducia che sussiste con i telespettatori.

    I fatti dell'Aquila ne sono stata la prova.
    Quando centinaia di persone hanno inveito contro la troupe che guidavo al
    grido di vergogna e scodinzolini, ho capito che quel rapporto di fiducia che
    ci ha sempre legato al nostro pubblico era davvero compromesso. È quello che
    accade quando si privilegia la comunicazione all'informazione, la propaganda
    alla verifica.
    continua....

    RispondiElimina
  18. Ho fatto dell'onestà e della lealtà lo stile della mia vita e della mia
    professione. Dissentire non è tradire. Non rammento chi lo ha detto
    recentemente. Pertanto:
    1) respingo l'accusa di avere avuto un comportamento scorretto. Le critiche
    che ho espresso pubblicamente - ricordo che si tratta di un mio diritto
    oltre che di un dovere essendo una consigliera della FNSI - le avevo già
    mosse anche nelle riunioni di sommario e a te, personalmente. Con spirito di
    leale collaborazione, pensando che in un lavoro come il nostro la
    circolazione delle idee e la pluralità delle opinioni costituisca un
    arricchimento.

    Per questo ho continuato a condurre in questi mesi. Ma è palese che non c'è
    più alcuno spazio per la dialettica democratica al TG1. Sono i tempi del
    pensiero unico. Chi non ci sta è fuori, prima o dopo.
    2) Respingo l'accusa che mi è stata mossa di sputare nel piatto in cui
    mangio. Ricordo che la pietanza è quella di un semplice inviato, che chiede
    semplicemente che quel piatto contenga gli ingredienti giusti. Tutti e
    onesti.
    E tengo a precisare di avere sempre rifiutato compensi fuori dalla Rai,
    lautamente offerti dalle grandi aziende per i volti chiamati a presentare le
    loro conventions, ritenendo che un giornalista del servizio pubblico non
    debba trarre profitto dal proprio ruolo.

    3) Respingo come offensive le affermazioni contenute nella tua lettera dopo
    l'intervista rilasciata a Repubblica, lettera nella quale hai sollecitato
    all'azienda un provvedimento disciplinare nei miei confronti: mi hai
    accusato di `danneggiare il giornale per cui lavoro´, con le mie
    dichiarazioni sui dati d'ascolto. I dati resi pubblici hanno confermato
    quelle dichiarazioni.
    Trovo inoltre paradossale la tua considerazione seguente: 'il tg1 darà conto
    delle posizioni delle minoranze ma non stravolgerà i fatti in ossequio a
    campagne ideologiche´. Posso dirti che l'unica campagna a cui mi dedico è
    quella dove trascorro i week end con la famiglia. Spero tu possa dire
    altrettanto.

    Viceversa ho notato come non si sia levata una tua parola contro la violenta
    campagna diffamatoria che i quotidiani Il Giornale, Libero e il settimanale
    Panorama - anche utilizzando impropriamente corrispondenza aziendale a me
    diretta - hanno scatenato nei miei confronti in seguito alle mie critiche
    alla tua linea editoriale. Un attacco a orologeria: screditare subito chi
    dissente per indebolire la valenza delle sue affermazioni.
    Sono stata definita 'tosa ciacolante - ragazza chiacchierona - cronista
    senza cronaca, editorialista senza editoriali' e via di questo passo.
    Non è ciò che mi disse il Presidente Ciampi consegnandomi il Premio Saint
    Vincent di giornalismo, al Quirinale. A queste vigliaccate risponderà il mio
    legale. Ma sappi che non è certo per questo che lascio la conduzione delle
    20.

    Thomas Bernhard in Antichi Maestri scrive decine di volte una parola che amo
    molto: rispetto. Non di ammirazione viviamo, dice, ma è di rispetto che
    abbiamo bisogno.
    Caro direttore, credo che occorra maggiore rispetto. Per le notizie, per il
    pubblico, per la verità. Quello che nutro per la storia del TG1, per la mia
    azienda, mi porta a questa decisione. Il rispetto per i telespettatori,
    nostri unici referenti. Dovremmo ricordarlo sempre. Anche tu ne avresti il
    dovere.

    RispondiElimina
  19. Ho fatto dell'onestà e della lealtà lo stile della mia vita e della mia
    professione. Dissentire non è tradire. Non rammento chi lo ha detto
    recentemente. Pertanto:
    1) respingo l'accusa di avere avuto un comportamento scorretto. Le critiche
    che ho espresso pubblicamente - ricordo che si tratta di un mio diritto
    oltre che di un dovere essendo una consigliera della FNSI - le avevo già
    mosse anche nelle riunioni di sommario e a te, personalmente. Con spirito di
    leale collaborazione, pensando che in un lavoro come il nostro la
    circolazione delle idee e la pluralità delle opinioni costituisca un
    arricchimento.

    Per questo ho continuato a condurre in questi mesi. Ma è palese che non c'è
    più alcuno spazio per la dialettica democratica al TG1. Sono i tempi del
    pensiero unico. Chi non ci sta è fuori, prima o dopo.
    2) Respingo l'accusa che mi è stata mossa di sputare nel piatto in cui
    mangio. Ricordo che la pietanza è quella di un semplice inviato, che chiede
    semplicemente che quel piatto contenga gli ingredienti giusti. Tutti e
    onesti.
    E tengo a precisare di avere sempre rifiutato compensi fuori dalla Rai,
    lautamente offerti dalle grandi aziende per i volti chiamati a presentare le
    loro conventions, ritenendo che un giornalista del servizio pubblico non
    debba trarre profitto dal proprio ruolo.

    3) Respingo come offensive le affermazioni contenute nella tua lettera dopo
    l'intervista rilasciata a Repubblica, lettera nella quale hai sollecitato
    all'azienda un provvedimento disciplinare nei miei confronti: mi hai
    accusato di `danneggiare il giornale per cui lavoro´, con le mie
    dichiarazioni sui dati d'ascolto. I dati resi pubblici hanno confermato
    quelle dichiarazioni.
    Trovo inoltre paradossale la tua considerazione seguente: 'il tg1 darà conto
    delle posizioni delle minoranze ma non stravolgerà i fatti in ossequio a
    campagne ideologiche´. Posso dirti che l'unica campagna a cui mi dedico è
    quella dove trascorro i week end con la famiglia. Spero tu possa dire
    altrettanto.

    Viceversa ho notato come non si sia levata una tua parola contro la violenta
    campagna diffamatoria che i quotidiani Il Giornale, Libero e il settimanale
    Panorama - anche utilizzando impropriamente corrispondenza aziendale a me
    diretta - hanno scatenato nei miei confronti in seguito alle mie critiche
    alla tua linea editoriale. Un attacco a orologeria: screditare subito chi
    dissente per indebolire la valenza delle sue affermazioni.
    Sono stata definita 'tosa ciacolante - ragazza chiacchierona - cronista
    senza cronaca, editorialista senza editoriali' e via di questo passo.
    Non è ciò che mi disse il Presidente Ciampi consegnandomi il Premio Saint
    Vincent di giornalismo, al Quirinale. A queste vigliaccate risponderà il mio
    legale. Ma sappi che non è certo per questo che lascio la conduzione delle
    20.

    Thomas Bernhard in Antichi Maestri scrive decine di volte una parola che amo
    molto: rispetto. Non di ammirazione viviamo, dice, ma è di rispetto che
    abbiamo bisogno.
    Caro direttore, credo che occorra maggiore rispetto. Per le notizie, per il
    pubblico, per la verità. Quello che nutro per la storia del TG1, per la mia
    azienda, mi porta a questa decisione. Il rispetto per i telespettatori,
    nostri unici referenti. Dovremmo ricordarlo sempre. Anche tu ne avresti il
    dovere.ciao da salvo rg

    RispondiElimina
  20. AGLI EX LSU VORREI DOMANDARE CHE SENSO HA METTERE SUL BLOG LETTERE DI PRPFESSIONISTI CHE LAVORANO IN RAI E CHE HANNO LE LORO BEGHE .BENISSIMO" MA SE VOGLIAMO ESSERE SOLIDALI CON LORO NON NE VEDO LE RAGIONI ANCHE PERCHE' QUESTE PERSONE NON HANNO FATTO MAI UNA PAROLA BUONA IN NOSTRO FAVORE .FORSE CHI LO HA IMPRESSO SUL BLOG E' PER FAR VEDERE CHE IL GOVERNO FA' DELLE COSE INGIUSTE ? SPIEGATE IL MOTIVO , DI RECLAMI CE NE SONO A MIGLIAIA .VOLETE PUBBLICARNE ALTRI?

    RispondiElimina
  21. Nella mia ignoranza penso che il collega che ci scriveva quello che dice la Busi lo ha fatto per farci capire che in italia le notizie sono pilotate ed è questo anche il motivo per cui a noi poveri ex lsu nn pensa nessuno. Quindi ancora una volta nn ne fate una discussione anzi se qualcuno di voi riesce ad interpellare la Busi faccia sapere la nostra situazione chissa ci potrà essere di aiuto in un prossimo impiego professionale. Ciao e saluti da chi nn arriva risposta perchè anonimo.

    RispondiElimina
  22. La speranza è una trappola... una brutta parola. Non la si deve usare. La speranza è una trappola inventata dai padroni... La speranza è di quelli che dicono "state buoni, state zitti, pregate..."
    ( Mario Monicelli)

    http://www.youtube.com/watch?v=hQDrFLqHJOI

    RispondiElimina
  23. ciao a tutti..intaNTO per l'anonimo che ha scritto di nn postare le cose della busi..in primis l'ho scritto perche e una bella lettera vera in tutto...2 perche parla anche di noi se la leggevi tutta forse forse avresti riflettuto meglio..te incollo una parte dove parlava dei precari in genere...

    Dove sono i giovani, per la prima volta con un futuro peggiore dei padri? E
    i quarantenni ancora precari, a 800 euro al mese, che non possono comprare
    neanche un divano, figuriamoci mettere al mondo un figlio? E dove sono i
    cassintegrati dell'Alitalia? Che fine hanno fatto? E le centinaia di aziende
    che chiudono e gli imprenditori del nord est che si tolgono la vita perchè
    falliti? Dov'è questa Italia che abbiamo il dovere di raccontare?
    Quell'Italia esiste. Ma il tg1 l'ha eliminata.

    ciao a tutti da salvo da ragusa
    almeno io mi firmo

    RispondiElimina
  24. Io ero già a conoscenza della faccenda Busi;ma voglio ringraziare Salvo per averla publicata proprio in questo momento storico della nostra nazione.Forse non tutti hanno percepito la drammaticità di questo momento,quello che oggi manca è proprio il"RISPETTO".La Busi ha ragione non c'è più rispetto per la dignità delle persone,viene calpestato l'onore di ogni individuo.Ma ve ne siete accorti che oramai mancano solo gli squadristi fascisti che scorazzano per le strade e l'opera è completa.In un momento tragico dove i figli ivecchiano nelle case dei genitori,che a loro volta rischiano il posto di lavoro,e non sono certi di andare in pensione.I giovani che vogliono avere l'illusione di andare a lavorare si devono prostituire dietro a qualche politico,ma alla fine resta la delusione di trovarsi con un pugno di mosche.Amici vi esorto a riflettere sulle parole della Gelmini,altro che rispetto che chiede la Busi,io penso che se la ministra avesse carta bianca,farebbe di noi materiale da buttare in una fossa comune.Un caro abbraccio a Salvo e a tutti quelli che si firmano.Giovanni.

    RispondiElimina
  25. E dove sono le donne e gli uomini che hanno perso il lavoro?
    Un milione di persone, dietro alle quali ci sono le loro famiglie.
    Dove sono i giovani, per la prima volta con un futuro peggiore dei padri?
    E i quarantenni ancora precari, a 800 euro al mese, che non possono comprare
    neanche un divano, figuriamoci mettere al mondo un figlio?
    E dove sono i cassintegrati dell'Alitalia?
    Caro Salvo io credo che l'anonimo non abbia letto con particolare attenzione questo passo della lettera. Tant'è vero che chiede di porre la nostra questione alla sua attenzione.
    In realtà il senso di questa denuncia, a mio modesto parere, sta sì nel fatto che ogni mezzo di comunicazione viene pilotato, ma l'aspetto peggiore è quello che viviamo in una società prova di ogni ideale. E qualora ci dovessero calpestare pure la dignità, assistiamo impassibili, nessuna volontà di reazione s'innalza, inerti dinnanzi agli eventi.
    Allora di chè ci lamentiamo?
    La Busi almeno ha avuto il coraggio di denunciare e rinunciare ad una posizione di beneficio pur di non cedere a comnpromessi.
    Quanti sarebbero disposti a farlo?

    RispondiElimina
  26. tecnica della scuola 5 luglio 2010 pag38 c'e' un articolo che ci riguarda,E' intitolato: ricorsi nominaliTAR lazio per salvare gli organici ATA. paolo ex lsu ogliastra

    RispondiElimina
  27. ciao paolo ma dove si possono leggere le cose che posti? ciao da salvo rg

    RispondiElimina
  28. ciao,sono un ex lsu della provincia di taranto,dipendente dell'eurosevizi del gruppo manital,non percepisco lo stipendio da tre mesi,altri colleghi da sette mesi,non abbiamo risposte da nessuno cosa possiamo fare?altre ditte leggo che hanno avuto lo stipendio.mi fai sapere almeno tu qualcosa.ci stiamo organizzando per andare a bari e spaccare tutto.luigi taranto

    RispondiElimina
  29. ciao salvo la tecnica della scuola arriva in abbonamento alle scuole,italia oggi e' un quotidiano nazionale che il martedi dedica 4/5 pagine alla scuola in generale paolo ex lsu ogliastra

    RispondiElimina
  30. X luigi
    come giustifica l' euroservizi i mancati pagamenti, sono dovuti dal non pagamento da parte delle scuole delle fatture del 2009 ? Informati.... e se è così dammi il codice meccanografico della scuola , inviamelo entro e non oltre l' 11 c.m. segnaleremo al MIUR di Roma il problema.
    saluti

    RispondiElimina
  31. ciao,la scuola effettua i pagamenti regolarmente almeno quella dove lavoro io,la scusa e che il ministero non invia i soldi.l'euroservizi come capitale sociale ha 46000 € (dei pezzenti)quindi non puo anticipare gli stipendi.il codice meccanografico non lo conosco,la scuola credo non sia disposta a darmelo visto i non buoni rapporti.se puo servire la scuola é 3 circolo san giovanni bosco massafra taranto. le scuole che non effetuano i pagamenti sono 2 una di palagiano-(ta) l'altra martina franca,ciao e grazie per la risposta.luigi

    RispondiElimina
  32. qualcuno sa dirmi se la meridionale servizzzi a dato gli stipendi.

    RispondiElimina
  33. Una domanda per Maurizio, ciao sono Luigi, ma perchè i signori annuali si stanno rivolgendo al TAR per " Per l’annullamento dell’art. 4 del D. I. del 09 giugno 2010 recante “Disposizioni concernenti la definizione dei criteri e dei parametri per la determinazione degli organici del personale amministrativo tecnico ed ausiliario (Ata) delle istituzioni scolastiche e educative e la consistenza della dotazione organica per l’anno scolastico 2010/2011”, laddove nella determinazione dell’organico di diritto delle Scuole dove sono in servizio lavoratori socialmente utili (LSU), per l’a. s. 2010/11 dispone che sia accantonato il 25% dei posti di organico della medesima Scuola del profilo professionale di collaboratore scolastico". Ora caro Maurizio non possiamo farlo anche noi rivendicando quel 25% che ci tocca ciao
    (Galatina è presente)

    RispondiElimina
  34. X luigi
    cortesemente solo delle due scuole che non effettuano il pagamento mi devi far capire se non pagano perchè avanzano soldi dal MIUR dal 2009 oppure non pagano da gennaio 2010 come tutte le scuole e se hai accertato che è per mancanza dei fondi 2009 mi devi dare il nome e la via ( Es. 1° circolo didattico "Mercalli" di Palangiano (TA) - via rossi,2) altrimenti non posso ricercare il codice meccanografico...Luigi se mi chiarisci la situazione subito, siccome noi a breve dobbiamo incontrare il sottosegretario Pizza , gli porterò personalmente la lamentela, con la speranza di riuscire a risolvere il problema dei vostri mancati pagamenti.

    Mandami una e-mail: maurizionapoli1@live.it

    Saluti

    RispondiElimina
  35. X luigi di TARANTO
    un collega delegato del sindacato USB (antonio)mi ha inviato in questo momento una e-mail e mi mostra un comunicato della ditta EUROSERVIZI della PUGLIA che dichiara che in seguito alla ricezione del verbale del MIUR del 08-07-2010 si impegna a pagare tutte le spettanze dovute ai dipendenti ex lsu.

    Se mi dai il tuo indirizzo e-mail ti invio il file.ciao

    RispondiElimina
  36. San Giovanni Bosco
    Scuola elementare (primaria)
    Via Nuova (Massafra) - Cap: 74016
    Telefono: 099 8801180; Fax: 8806136
    Codice Meccanografico: TAEE07001T

    RispondiElimina
  37. X Galatina
    non credo si possa fare ricorso al Tar per l'accantonamento del 25% che noi stessi determiniamo sul personale ATA ...si puo' piuttosto, come alcuni colleghi hanno già fatto, fare ricorso in riferimento al D.M. n.262 del 23-11-2000 con il quale era sospesa per l'anno scolastico 2000/2001 l'applicazione della riserva del 30% in favore dei soggetti impegnati in lavori socialmente utili.
    saluti

    RispondiElimina
  38. ciao ,il mio indirizzo email è gino.ciokessa@gmail.com .grazie di tutto luigi taranto

    RispondiElimina
  39. Comunicazione per tutti i dipendenti della Ditta Euroservizi

    Vi trasmetto quanto pervenuto presso l' Organizzazione Sindacale Territoriale

    Oggetto: Comunicazioni. Appalto pulizie scuole delle Provincie di Bari - Brindisi - Taranto e Lecce
    Si trasmette, in allegato, quanto ricevuto dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca.
    A seguito di quanto riportato nel verbale del M.I.U.R. si comunica che, attesi i tempi tecnici necessari, si darà seguito al pagamento di tutte le spettanze dovute al personale dipendente.
    Distinti saluti

    Roma, 8 luglio 2010
    Euroservizi

    RispondiElimina
  40. per Maurizio, il ricorso al tar forse non si puo' fare ,ma dietro ai precari ata c'e'il sindacato anief che nell'articolo della tecnica della scuola asseriscono che il taglio al personale ata e' illeggittimo perche'contraria alle norme sugli organici e del contratto dei lsu che devono essere utilizzati come personale in aggiunta a quello in dotazione per lo svolgimento delle attivita' scolastiche, percio' invita gli ata a presentare ricorso ciao da paolo exlsu ogliastra

    RispondiElimina
  41. Mi sono sempre chiesto che cosa chiedono quei rin...... delle O.S. quando stanno a colloquio con qualche rappresentante del governo e mi sono risposto da solo pensando che chiedano puttanate. Ora che finalmente, a interloquire con il governo abbiamo forse un nostro collega che la pensa come a noi conviene, spero che tu nn chieda veramente dei soldi che nn arrivano e di altre cose che se le chiedi ora dovrai chiederle sempre perchè puntualmente si ripresenteranno sempre e per più volte all'anno. Spero invece che tu sorvoli su queste cose che pur essendo importanti secondo me basta ricordarle, per cercare di avere così più tempo per parlare di INTERNALIZZAZIONE la cosa che sicuramente servirebbe anche a risolvere quelle questioni. Lo spero di vero cuore perchè se così nn fosse iniziamo a contare gli anni e le volte che anche tu salirai gli scalini che contano. Spero anche che tu essendo parte in causa prenda di petto tutti quelli che la vedono diversamente da noi perchè sono di sicuro in malafede e spero anche che questa mia, tu nn la prenda come un rimprovero ma come un incitamento ad andare avanti, ricordandoti però che siamo un pò grandicelli d'età per far passare ancora molto tempo quindi o al più presto o cambiamo registro. Saluti.

    RispondiElimina
  42. Sono daccordo anonimo alla fine potrebbe essere che una volta saliti quei gradini ci si lascia prendere dall'enfasi di esserci e non si pensi più o si pensi meno ai motivi fondamentali

    RispondiElimina
  43. Anonimo, se era tua intenzione scrivere per incitarci ad andare avanti...beh ti dico subito che quel FORSE e tutti quegli SPERO non Sortiscono l’effetto che speravi, in ogni caso io SPERO.... che tu ti legga tutti i verbali prodotti dalle riunioni al MIUR di Roma, tutti i Verbali consegnati ai MIUR Regionali e alle Prefetture e tutti i comunicati da noi scritti e pubblicati anche sul blog per toglierti ogni dubbio e SPERO poi... che tu mi scriva in privato per e-mail indicandomi un tuo recapito telefonico, la tua Provincia e la tua Regione, dandoci così la possibilità di invitarti alle nostre successive azioni di protesta in modo che tu ti possa rendere conto di persona delle richieste da noi prodotte.

    Saluti

    RispondiElimina
  44. Mi rimangono senza fiato certi commenti
    possibile che si debba mettere in dubbio anche l'inconfutabile, esorto Maurizio e Mimmo a continuare senza dubbi, i lavoratori onesti sono con voi e si sentono ben rappresentati.

    Elisabetta da Roma

    RispondiElimina
  45. Caro mio amico e collega Maurizio il mio era ed è solo incitamento per quello che tu hai fatto e farai, credimi. La mia era solo per chiedere di non toccare argomenti come il mancato pagamento o la giusta divisione dei metri da pulire o tutte quelle cose che potrebbero far male arrivare quelle che sono le nostre vere richieste e credimi io sono uno che crede in te e in tutti quelli che perseguono il nostro obiettivo solo che bisogna finalmente capire se la strada da noi intrapresa è quella giusta o meno. Lontano da me l'idea di criticare te o qualcunaltro e nn ho bisogno nemmeno di leggere i verbali per credere in te altrimenti scriverei di te quello che scrivo e dico dei confederali però penso che ogni tanto è buona cosa sentire quello che pensano altri colleghi magari servono per farci venire un'idea nuova da sfruttare sempre in prospettiva migliorativa del nostro lavoro. Elisabetta nn rimanere senza fiato, anzi visto che sei pure di Roma usalo magari per andare a dire a chi ci governa che la strada intrapresa è quella sbagliata fallo tu che sei molto vicina a loro e parlo di chilometraggio reale. Un saluto da chi spera un giorno nn molto lontano di festeggiare insieme a voi quello che ci tocca anche se adesso lo fà da anonimo per continuare ad essere ancora un vostro collega ed è anche per questo motivo che spesso nn bisogna lamentarsi di chi nn si firma. Saluti e le mie nn saranno mai rimproveri specie per chi FA' QUALCOSA ciao

    RispondiElimina
  46. Collega io ti ho scritto che le incertezze e i dubbi non sono per noi incoraggianti...poi convengo con te che la priorità deve essere l'internalizzazione lo abbiamo sempre detto, ma in situazioni in cui colleghi non percepiscono la mensilità da 6 mesi (vedi i colleghi del LAZIO e TARANTO) e che hanno perso casa e gli hanno staccato luce e gas con quale coraggio potrei negargli il tempo necessario nella discussione per risolvere il loro problema ?
    Poi collega ci tengo a dirti una cosa.... non sarà neanche questa ennessima riunione con il sott. PIZZA a risolvere la nostra problematica ...per riuscire nel nostro intento dobbiamo mettere in atto azioni di protesta più incisive e più partecipative e su questo ci stiamo lavorando..
    Noi ci proviamo !!
    Certe problematiche però non si puo' avere la presunzione di risoverle in pochi mesi, ci vuole costanza e pazienza...a meno che non si avesse la massima partecipazione dei colleghi (14.000)o quanto meno quel numero sufficiente da riuscire a creare gli stessi disagi che potrebbero creare i sindacati scuola se venissimo internalizzati.
    Saluti

    RispondiElimina
  47. Allora raga...Facciamo il punto sul pagamento degli stipendi?Chi la ricevuto e chi no....

    RispondiElimina
  48. Gabriele Roberto10/07/10, 19:22

    La coop2001 ha pagato la seconda trance 50% del mese di maggio martedi 6 luglio adesso vediamo giungno se lo pageranno e con essa la 14ma,siamo in provincia di catanzaro ,un saluto a tutti,e non postate anonimi.

    RispondiElimina
  49. Ciao a tutti,Vorrei intitolare questo mio post "LE 2 ITALIE"
    Qualche giorno fà mandai una mail a....lavorodonna@lavoro.parma.it scrivendo così
    """Salve, sono una Ex-Lsu attualmente impiegata in una scuola elementare (materna) in appalto di una ditta di pulizie (s) a Napoli, siccome vorrei trasferirmi definitivamente nella provincia di Parma (Medesano e d'intorni) vi sarei grata se potreste darmi indicazioni in merito al passaggio ad un'altra scuola ove operano altri ex-lsu nella vs. provincia.Cordiali saluti, ******** Annunziata."""" Mi ha risposto dopo qualche giorno il funzionario scrivendomi"""""
    Gentile Signora M******,
    a Parma non è più utilizzato il sistema degli LSU.
    Per ogni informazione sulle scuole chiami il Provveditorato agli Studi di Parma, sito: http://csa.provincia.parma.it/
    Cordiali Saluti.........Capite in quale delle 2 italie ci troviamo ???????....ho voluto postarlo perchè ricordo che un altro amico poneva la stessa domanda sul trasferimento....come sempre un abbraccio a tutti...Gigi

    RispondiElimina
  50. CARI COLLEGHI SIAMO ALLE SOLITE QUI A RIETI NON SAPPIAMO QUANDO VEDREMO LO STIPENDIO .LA DITTA I SOLDI NON LI HA E COME A PASQUA NATALE E ANCHE IL PERIODO DELLE FERIE I SOLDI LI DOBBIAMO LESINARE MA COME E'POSSIBILE UNA COSA COSI.LO FARANNO DI PROPOSITO PER FARCI STANCARE COSI ALLA FINE CENE ANDIAMO TUTTI A CASA, CHE STRESS CI DOVREBBERO RISARCIRE SOLO PER QUESTO MOOBING NON SO SE QUANTI SOLDI UN SALUTO TRISTE A TUTTI.

    RispondiElimina
  51. anche in sicilia non abbiamo preso ad oggi ne stipendio ne 14sima,nonè ora che interviene la magistratura,anche io posso fare un srl con 5000 euro di capitale assumere lsu tramite consorzio e poi pagare solo quando ci sono soldi,senza comprare una lira di detersivi ,ne vestiario ,ne niente senza rischiare soldi tanto prima o poi il ministero li paga,mentre noi lavoratori non possiamo,far fronte ad una vita normale addio macchina,casa bollette insolute da mesi,e figli che ti cercano un regalo e manco puoi farlo ,che schifo!!!

    RispondiElimina
  52. Gabriele Roberto13/07/10, 11:06

    La Coop2001 non ci fornisce detersivi dal 10 maggio ,non ci paga e non fa sapere niente ma nessuno reclama,io che potrei stare pure zitto sono quello che telefona in ditta a bisticciare,ma gli exlsu della Coop2001 forse non ce ne sono piu o perlomeno sono con quei sindacati che li fanno stare al loro posto,io al contrario di loro mi firmo e dico che va bene cosi vedremo dove si arriva a stare zitti.

    RispondiElimina
  53. VERBALE INCONTRO DEL 12 LUGLIO CON IL MIUR

    In data odierna ha incontrato, presso questo Ministero, i rappresentanti
    dell'Organizzazione USB di lavoratori ex LSU impegnati nei servizi di pulizia
    nelle scuole od operanti con contratti di collaborazione coordinata e
    continuativa in attività di carattere amministrativo o tecnico, per la soluzione
    di alcune problematiche relative sostanzialmente alle modalità ed ai tempi di
    erogazione delle varie spettanze ed a questioni afferenti i relativi rapporti
    giuridici.Nel corso dell'incontro, il Sottosegretario, dopo aver riassunto lo stato
    dell'arte, ha preso atto delle esigenze rappresentate dai presenti, con
    particolare riferimento a spettanze arretrate assunte come non ancora
    percepite, soprattutto da parte di lavoratori facenti capo ad alcune ditte.
    Al riguardo, il Sottosegretario ha preliminarmente ribadito l'intervenuta
    assegnazione, da parte del MEF, dei primi 260 milioni di euro previsti dal
    DPCM 16 giugno, inerenti al corrente esercizio finanziario 2010, assicurando
    che, a seguito di ciò, l'Ufficio competente ha già avviato, sulla base delle
    fatturazioni in suo possesso, le attività ad esso facenti capo per il versamento
    dei relativi importi alle scuole interessate, ai fini dei pagamenti ai Consorzi;
    attività, queste, che - attesi i tempi tecnici necessari, peraltro estranei a questo
    Ministero - dovrebbero concludersi entro il mese di luglio.
    Ha, inoltre, ribadito che le risorse in questione presentano l'indicazione
    delle relative finalità, per i successivi adempimenti da parte dei Dirigenti
    scolastici medesimi. In ordine, poi, alle spettanze relative alla decorsa annualità 2009, il
    Sottosegretario ha confermato l'intervenuto, completo pagamento, da parte
    dell'Ufficio, dei residui passivi iscritti a tale titolo (circa 16 milioni), ribadendo
    che eventuali ritardi nella concreta disponibilità degli stessi da parte delle scuole
    dipendono dai tempi procedurali estranei all'Ufficio medesimo.
    Anche a tale riguardo, ha assicurato che pure per tali somme è stata
    indicata la relativa finalità e che, comunque, esse stanno ormai
    progressivamente pervenendo a tutte le scuole destinatane.
    I rappresentanti dell'USB - preso atto di quanto sopra e confermato
    l'ancora mancato pagamento, al momento, delle spettanze di numerosi
    lavoratori appartenenti prevalentemente ad alcune ditte - forniscono, al
    riguardo, l'elenco delle scuole coinvolte e chiedono preliminarmente un passo
    ufficiale dell'Amministrazione verso i Consorzi per assicurare l'immediata
    erogazione delle citate spettanze. Inoltre l'USB, considerando i predetti ritardi di particolare gravita e tali da incidere negativamente sulla stessa regolarità dei rapporti in atto, ribadisce la necessità dell'apertura di un apposito tavolo tecnico /politico finalizzato al reperimento di forme di internalizzazione dei servizi ed ali' individuazione di
    modalità dirette al prepensionamento del personale interessato.

    RispondiElimina
  54. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  55. Ribadisce, poi, il dissenso sui parametri previsti dall’ Amministrazione
    ai fini della riorganizzazione ed ottimizzazione dei servizi, chiedendo, infine,
    una puntuale tutela a garanzia del lavoro per quel personale risultato, per
    gravi patologie, inidoneo all'espletamento dei servizi di pulizia.
    Il Sottosegretario, preso atto di quanto sopra, ha assicurato
    preliminarmente l'adozione di tempestivi contatti sia con i Consorzi - ai fini di
    sollecitare il pagamento delle eventuali spettanze arretrate al personale
    interessato - che con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, per le
    questioni di più diretta competenza dello stesso.
    Successivamente, con riferimento alle ulteriori richieste formulate - ferma
    restando la necessità di un'adeguata riorganizzazione ed ottimizzazione dei
    servizi in questione al fine di rispettare il criterio del buon andamento della
    Pubblica Amministrazione, come esplicitato dall' art. 4 del Regolamento del
    personale ATA - il Sottosegretario ha assicurato la propria disponibilità ad un
    prossimo incontro, da tenersi entro la prima decade del mese di settembre,
    per esaminare possibili soluzioni che tengano conto delle istanze
    rappresentate, anche con riferimento al complessivo contesto occupazionale e
    reddituale del personale coinvolto.
    Quanto sopra, previa un'opportuna, preventiva valutazione della
    situazione generale a valle dell'intervenuto perfezionamento della manovra
    finanziaria attualmente in corso di definizione e delle previsioni di spesa che
    saranno definite con la prossima legge di bilancio.

    Roma, 12 luglio 2010
    _*_*_*—*_*__*—*_*—*_*_*_*_

    RispondiElimina
  56. Ciao a tutti,grazie Maurì dell'allegato.....un punto di riflessione sull'incontro........la palla, appena inizia l'anno scolatico(se) la passeranno al Min.del Lavoro,che a sua volta (se) a Tremonti per la copertura finanziaria,,,,,il gol lo prenderemo NOI..........da fine Agosto a tutto Ottobre il Governo parlera' solo di finanziaria da emandare a dicembre....pertanto esorto ancora una volta TUTTI,"""appena riaprono le scuole""""" di chiuderle con noi dentro""""""OVVERO presenziare senza pulire,affinche' saranno i genitori a MUOVERE la protesta x noi.....buone ferie (a chi le farà) un abbraccio a tutti.Gigi

    RispondiElimina
  57. si leggono sempre le solite cose , riunioni, incontri , promesse , roba vecchia!!! e da anni che si sentono sempre le solite chiacchiere !!!!! rode il fatto si sentono colleghi che non percepiscono lo stipendio. e una vergogna!!!!!!!! e ancora noi stiamo a contrattare. ci anno preso e ci prenderanno ancora sti politici per il culo. occorre fare il botto, a settembre bloccare tutto appena inizia la scuola. tanto ormai e accertato che con le buone maniere non abbiamo ,e ne otterremo mai niente , e lo abbiamo vissuto sulla nostra pelle in tutti questi anni , tanto oramai peggio di cosi' non puo andare , abbiamo poco da perdere a questo punto!!!!! svegliatevi tutti e uniamoci per andare a roma e farci arrestare tutti. ( IL SICILIANO )

    RispondiElimina
  58. Volevo avvertire i colleghi che abbiamo avuto notizia stamattina dalla nostra collega Nadia, che nel Lazio nelle scuole sono arrivati i soldi relativi al 2009 che avevano causato la mancata retribuzione di sette mensilità ad alcuni lavoratori.
    Volevo inoltre far notare che in questo incontro abbiamo cercato anche di soddisfare le numerose richieste avute dal blog in riferimento a colleghi che nel corso degl'anni a causa di serie patologie, sono stati riconosciuti non idonei all'espletamento del servizio di pulizia. Abbiamo chiesto per loro la garanzia del lavoro. Attendiamo la prima decade di settembre per approfondire con il sottosegretario pizza le successive richieste da noi formulate INTERNALIZZAZIONE E PREPONSIONAMENTO.
    Vi faremo sapere.

    saluti

    RispondiElimina
  59. Un saluto, e soprattutto un enorme GRAZIE a tutti coloro che si impegnano per il destino di tutti, prima di porre la domanda...

    Ecco...Dato che è stata citata la situazione di persone con problemi di salute, nelle vostre cooperative, come ci si comporta in caso di assenza dal lavoro per un giorno a causa di una necessaria e periodica visita di controllo alla quale sottoporsi?
    Vi spiego il motivo di tale richiesta... Fino al mese scorso, mia madre che è vostra collega (e purtroppo è invalida con gravi patologie) per ogni visita di controllo (purtroppo molto frequenti) preavvisava via fax alla Cooperativa la data dell'assenza, al fine di agevolare la copertura del posto vacante...poi inviava il certificato medico e la cooperativa provvedeva a pagare la giornata con l'indennità di malattia.
    Da questo mese, la stessa cooperativa ha informato del cambio della situazione...ovvero, assenza non più pagata con l'indennità di malattia, ma con le ore di ferie (da togliere dal conteggio) e comunque pretende lo stesso il certificato per giustificare l'assenza.
    Era giusto prima...oppure adesso?
    Com'è la situazione con le vostre Cooperative?
    Dimenticavo...la Cooperativa in oggetto è la CICLAT in provincia di Matera.
    Sicuro di una vostra risposta, vi ringrazio in anticipo.
    Ancora saluti a tutti ed un grande GRAZIE a...a buon intenditor poche parole!
    (Luciano da Ferrandina MT)

    RispondiElimina
  60. Se ricordate bene anche nel verbale d'incontro del 17 aprile 2010 c'era scritto "Restiamo in attesa del successivo incontro con il sottosegretario Pizza in riferimento al processo di internalizzazione degli ex lsu". Questo purtroppo era ed è scritto un pò su tutti i verbali che grazie a questo blog leggiamo e naturalmente c'è scritto anche in quest'ultimo. Ed è per questo che io continuo a dire che forse stiamo sbagliando tutto infatti secondo me bisogna, natualmente sempre dopo aver ringraziato chi va a parlare con questi sottosegretari, lasciar parlare di prepensionamenti, stipendi, contributi ecc. chi lo ha sempre fatto e cioè cgil cisl e uil, visto che sono le uniche cose che chiedono invece noi dovremmo iniziare da subito a chiedere l'internalizzazione del servizio e fargli capire che conviene a tutti senza toccare altri argomenti che oltretutto, una volta andati in porto, fanno ricadere il merito ai confederali. Spero e penso speriamo che la prossima volta sia finalmente quella giusta affinchè si parli di internalizzazione e spero anche che questa mia non sia vista come una predica del solito anonimo collega. Saluti a tutti.

    RispondiElimina
  61. LAVORATORI EX LSU PULIZIE SCUOLE LECCE
    FILCAMS Cgil: Arriva una risposta per migliaia
    di lavoratori a rischio occupazione. Ora si onorino gli impegni presi
    Sono sempre i lavoratori e le loro famiglie a pagare il prezzo più alto di
    comportamenti inadempienti del Governo e di impegni non mantenuti
    La Segreteria provinciale FILCAMS Cgil esprime soddisfazione per la presa d’atto, finalmente, da parte
    del Governo, grazie anche all’interessamento della parlamentare salentina on. Teresa Bellanova, del
    grave problema riguardante i lavoratori ex Lsu addetti al servizio di pulizia delle scuole della provincia di
    Lecce, e in particolare dei lavoratori della zona di Nardò e Galatone.
    Dopo che la questione è stata portata in Parlamento, infatti, è giunta una risposta dal sottosegretario
    Viespoli, il quale ha fatto sapere che il Ministero avrebbe deciso di mettere a disposizione le risorse per
    la copertura degli oneri relativi a questo servizio. Sarebbero inoltre giunte delle rassicurazioni sul fatto
    che i contratti di fornitura del servizio scaduti o prossimi alla scadenza saranno prorogati, ferma
    restando però la riduzione del 25%.
    Nella provincia di Lecce, ad oggi, sono a rischio occupazione circa 1200 lavoratori delle pulizie delle
    scuole, a causa dei forti ritardi nell’erogazione dei fondi previsti da parte del ministero dell’Istruzione.
    Nei territori di Nardò e Galatone, l’Azienda barese Euroservizi non pagava, da mesi, 90 dipendenti.
    Dobbiamo in ogni caso constatare, anche alla luce di queste notizie positive, che dopo continue
    battaglie sindacali e interventi di politici sensibili, sono sempre i lavoratori e le loro famiglie, in un
    momento già così delicato dal punto di vista economico e occupazionale, a dover pagare pesanti
    conseguenze a causa di comportamenti inadempienti del Governo e del mancato rispetto da parte dello
    stesso degli impegni presi, anche in presenza delle Organizzazioni sindacali.
    Auspichiamo pertanto che il Ministero dia seguito al più presto a quanto promesso, nell’interesse di
    migliaia di famiglie della provincia di Lecce e del loro futuro.
    Lecce, 7 luglio 2010 FILCAMS CGIL - Segreteria Provinciale Lecce
    QUESTO IN RIFERIMENTO A CIç CHE DICEVO GIOISCONO PER UNA COSA NN BUONA E QUESTO é USCITO COME ARTICOLO IERI SULLA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO. SALUTI

    RispondiElimina
  62. Per il Siciliano.
    Caro collega, è assodato che la maggior parte di noi è esausta per questa ignobile condizione in cui versa la nostra categoria, è anche vero che sentiamo parlare di incontri e riunioni da lungo tempo, senza aver visto mai dei cambiamenti in positivo. Ma da qui a mettere sullo stesso piano dei precedenti, gli incontri che vi narriamo da tre o quattro mesi a questa parte, vuol dire trascurare tante sostanziali differenze. Prima tra tutte: Ieri erano solo i Confederali a fare il bello e cattivo tempo, oggi, proprio grazie all’impegno costante di tanti colleghi che non sono stati solo a criticare l’operato altrui, ma si sono attivati per crescere e rendersi visibili, abbiamo raggiunto il non sottovalutabile intento di parlare direttamente come lavoratori, ai signori del palazzo. Cosa che prima non era mai accaduta. Per quanto riguarda le azioni eclatanti, lo abbiamo sempre detto, siamo pronti a tutto! Però tu, caro amico siciliano, attivati personalmente nella tua zona, fai montare la protesta anche tra i tuoi colleghi, rendi disponibile un numero di persone su cui contare e poi potrai venire a dirci: “sono pronto per andare a Roma”. Questo si dovrebbe fare per ogni zona, ovunque vi siano Ex Lsu Ata. Solo così noi potremmo coordinarci e decidere un’azione collettiva, altrimenti a Roma rischieremmo di andarci solo noi ed eventualmente tu…se manterrai la parola!

    Per l’anonimo successivo, che cita anche l’articolo della Gazzetta Del Mezzogiorno.
    Hai pienamente ragione quando dici che di alcune nostre rivendicazioni si prendono i meriti i cari Confederali. Infatti l’indagine sui mancati pagamenti, che abbiamo condotto scuola per scuola, portando di persona al dr. Filisetti del Miur, tutti i codici meccanografici delle scuole inadempienti, i Confederali non l’hanno fatta di certo. Loro dicono che il miracolo dei soldi che stanno arrivando l’hanno propiziato i loro cari amici politici (niente di più falso). Poi ti assicuro che per quanto concerne l’internalizzazione, l’On. Pizza, ormai a furia di sentirne parlare, conosce le nostre richieste a memoria! E’ il filo conduttore di tutti gli incontri avuti. Ma questo non poteva esimerci dal risolvere un problema così drammatico che aveva rasentato la tragedia per tanti nostri colleghi: quello della mancanza di stipendio per sette mesi.
    Pertanto noi non perderemo mai di vista l’obiettivo stabilizzazione, stanne certo è la nostra ragione di vita! Abbiamo solo bisogno di molte persone, che come te, ci ricordino e soprattutto si ricordino di questa priorità. Vi saluto con una incitazione: NON MOLLIAMO MAI!!!

    RispondiElimina
  63. Ciao a tutti,Mimì(Mimmo)...sono un deficiente io che non capisco o nel comunicato scritto dall'anonimo della FILCAMS, credono che siamo TUTTI dei Deficienti ????? citano questo......

    Sarebbero inoltre giunte delle rassicurazioni sul fatto che i contratti di fornitura del servizio scaduti o prossimi alla scadenza saranno prorogati, ferma
    restando però la riduzione del 25%.

    Capite ??? il 25%...e ancora.....

    Euroservizi non pagava, da mesi, 90 dipendenti.
    Dobbiamo in ogni caso constatare, anche alla luce di queste notizie positive, che dopo continue
    battaglie sindacali e interventi di politici sensibili, sono sempre i lavoratori e le loro famiglie, in un
    momento già così delicato dal punto di vista economico e occupazionale, a dover pagare pesanti
    conseguenze a causa di comportamenti inadempienti del Governo e del mancato rispetto da parte dello
    stesso degli impegni presi, anche in presenza delle Organizzazioni sindacali....

    Notizie positive ??????? per loro forse.

    Credo che non mi sono ancora rincoglionito...
    vi abbraccio......ma metteteci un nome alla fine..com'è brutto Anonimo........Gigi

    RispondiElimina
  64. Gigi...è la contraddizione dei Confederali. Ormai non sanno più come scrivere.
    Siamo a rischio occupazione?
    La riduzione del 25% a chi si riferisce? A noi?
    Se è per noi stiamo prendendo un granchio, se invece riguarda gli storici... beh, non hanno scoperto l'acqua calda. Lo si sapeva da tempo!
    Beh, cmq una cosa è da ammirare, che l'on. Teresa Bellanova pare si sia curata degli interessi di Nardò e Galatone in particolare.
    Brava Onorevole! E gli altri?

    RispondiElimina
  65. cari confederali...ci fate o ci siete?...
    ci fate...ci fate...

    RispondiElimina
  66. sono gà stato avvisato dalla coop co-sar-se
    che a settembre ci saranno le modifiche annunciate dall'alto. un po di modifiche a settembre potremmo farle anche noi...tanto per collaborare, che ne dite?

    RispondiElimina
  67. noi di firenze è arrivata comunicazione di una prologa fino a dicembre sempre con riduzione del 25% rimborsata con la cassa integrazione in deroga per ora gli stipendi non sono cambiati ma da gennaio in poi come andra a finire qualcuno lo sà? lucia amica di roberta

    RispondiElimina
  68. penso propio che lo prenderemo.............. ora in tanto ci hanno messo in sospensione e non percipiamo niente sicuramente a settembre si iniziera come abbiamo lasciato e a dicembre arrivederci e grazie ma anchio voglio essere assunta ata ma come possiamo fare? possibile che non capiscono che meglio noi siamo le persone giuste be! penso che devo imparare il cinese forse mi capiscono meglio!!!ciao lucia- roberta

    RispondiElimina
  69. Stella tramite Angela14/07/10, 18:40

    Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
    Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna
    Direzione Generale
    Ufficio Primo


    Prot. AOODRSA.REG.UFF.n. 9646

    Cagliari, 14/7/2010


    Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche della Sardegna
    Interessate all’oggetto
    LORO SEDI



    Oggetto: Contratti di servizio per lo svolgimento di funzioni ATA di cui alla Direttiva Ministeriale n° 68/2005 (c.d. Appalti storici ex L. 124/99).

    Il MIUR, con nota del 7 luglio u.s., ha dato disposizione in ordine alla gestione della scadenza dei contratti, sottoscritti con imprese esterne, per lo svolgimento del servizio di pulizia di cui alla Direttiva Ministeriale 68/2005 ( c.d. appalti storici).
    In particolare il MIUR, nel precisare di avere a suo tempo assegnato a tutte le scuole interessate i finanziamenti per l’intero anno 2010, stabilisce che la parte della risorsa finanziaria non impegnata dovrà essere utilizzata per la sottoscrizione di nuovi contratti, entro le possibilità offerte dalla normativa vigente.
    Considerato che, nella nostra regione, il contratto stipulato nel 2007 è scaduto e non sarà oggetto di proroga, le SS.LL. provvederanno direttamente all’affidamento del servizio di cui trattasi, applicando le disposizioni vigenti in materia. Detto affidamento dovrà avere quale termine finale 31 dicembre 2010.
    Sarà cura di questo Ufficio di comunicare qualsiasi ulteriore indicazione fornita dal MIUR.

    F.to IL DIRETTORE GENERALE
    Enrico Tocco

    RispondiElimina
  70. via i confederali da questo bloog,gia hanno fatto troppi danni ora basta,non vi vogliamo piu sentire ,siete una massa di corotti.

    RispondiElimina
  71. Colleghi riguardo a voi storici non è che siamo tanto preparati, io so solo per certo che la decurtazione del 25% rimane e posso riferire che in campania si stanno verificando alcuni licenziamenti, nella ditta "Partenope". Speriamo con tutto il cuore che le cose per voi miglioreranno e vi facciamo tantissimi auguri.
    saluti

    RispondiElimina
  72. ciao a tutti sono Gioia da tempo non postavo ma vi seguo sempre,ringrazio tutti coloro che si muovono in primis che sono i soliti grandi promotori di questo blog.Noi siamo della ditta euroservizi e voglio dirvi che il nostro ultimo stipendio risale a marzo.siamo stanchi, demotivati di quest'assurda situazione io personalmente non credo più a nulla perche ormai abbiamo tanto parlato e spiegato nei minimi particolari quale sarbbe la soluzione ma fanno finta di non capire questo significa che dietro c'è qualcosa di grosso e sporco, quindi rassegnamoci tutto quello che ci dicono sia sindacati sia politici e quant'altro sono solo fesserie,per tenerci buoni ma vi assicuro che nulla cambierà. anch'io proporrei un grande casino da a Roma tutti isieme e farci sentire una volta per tutte come fanno tutte le altre categorie. Solo così forse qualche cosa potra muoversi , ma fino a che noi ci affidiamo hai sindacati di qualsiasi corrente politica sarà una schifezza vi saluto ciao Gioia

    RispondiElimina
  73. in risposta alle numerose chiamate ricevute dai miei colleghi,sulla circolare ministeriale n.68/2005 (cd. appalti storici) del miur sardegna
    informo, che questa circolare non e' rivolta a noi. saluti

    RispondiElimina
  74. caro mimmo io gia' nel mio piccolo un po di casino nella mia zona l'ho fatto comunque ammiro tutto quello che fate , non era un rimprovero il mio!! comunque come da te invitato ti contattero' telefonicamente , anche se ci siamo sentiti varie volte,mi faro' vivo al piu' presto ciao(IL SICILIANO )

    RispondiElimina
  75. Qualcuno può darmi qualche informazione in merito alla richiesta del 14/07 ore 00:59?
    Grazie!
    Di nuovo saluti a tutti!
    (Luciano-Ferrandina MT)

    RispondiElimina
  76. X Luciano da Ferrandina MT
    collega assolutamente NO
    la ditta non puo' mercanteggiare la malattia con le ferie e chiedendoti pure il certificato medico....SONO DEI LADRI!!!
    Tua madre poi se è affetta da grave patologia puo' usufruire della legge 104 che gli darebbe la possibilità di usufruire di 3 giorni al mese utili ad effettuare terapie e visite.
    saluti

    RispondiElimina
  77. ciao Gioia,credimi ti capisco. l'unico modo è andare a roma e obbligarli (nel vero senso della parola) a sentire per filo e per segno tutte le nostre giustissime ragioni, portare con noi un
    bravo giornalista che scriva tutto quello che
    viene detto per assicurarci che non ci possano essere fraintendimenti e mettere il tutto su un
    quotidiano importante. è l'unico modo che li farebbe muovere a fare la cosa giusta. vorrei sapere cosa ne pensano Mimmo stella e Maurizio. in questo momento il tuo scoraggiamento è pari a quello di molti di noi
    ma le carte più importanti non le abbiamo ancora giocate. ciao e sii Gioiosa.

    RispondiElimina
  78. Non posso non scrivere:
    A tutti gli amici del blog, una sola domanda:
    vi siete mai chiesti perché alcune cooperative pagano e altre no?
    Al mio paese c’è un detto: u binchiatu nu cride u diciunu – traduco –
    Quello che è sazio non crede quello che muore di fame.
    Allora vi chiedo: quando mai quelli che hanno la pancia piena sciopereranno per quelli che muoiono di fame.
    Detto ciò vi chiedo: quando mai quelli che hanno continuamente lo stipendio, sciopereranno o andranno a Roma? Purtroppo questa è l’amara realtà della nostra situazione. A maggior ragione se, come si dice, tra poco arriveranno i soldi per tutti. A pancia piena chi si muove più.
    Vi siete mai chiesti come fanno certe cooperative ad anticipare, sino ad oggi, sette mesi di stipendi?
    Iniziate a porvi e a porgere, ai vari sindacati di turno, questa domanda.
    Secondo il mio modesto parere è impossibile che una ditta possa anticipare centinaia di milioni di euro, allora mi chiedo e vi chiedo:
    non sia mai che tutto ciò è stabilito a tavolino per tenerci sempre disuniti?
    Pensate invece se tutti noi non prendessimo lo stipendio da sette mesi, se tutti avessimo problemi di figli, di mutuo ecc. saremmo sempre così tranquilli o veramente avremmo già fatta la marcia su Roma di cui tutti parliamo, ma alla fine a Roma vanno solo in 500, se va bene.
    I nostri nemici sanno che uniti potremmo essere una forza, allora che fanno? Ci frammentano, a molti danno il contentino (un acconto).
    Io sono uno di quelli che avevo promesso di essere a Roma, all’ultimo sciopero, ma non sono andato, per vari motivi. La differenza, però, che io ho chiesto scusa ai nostri responsabili del blog, e voi? Io ho solo un difetto, parlare lealmente e dire sempre la realtà delle cose.
    Riflettete e ognuno di noi si regoli di conseguenza, ma non continuate a lamentarvi, fate solo il gioco dei padroni.
    Oronzino da Maglie

    RispondiElimina
  79. Soci sulle barricate contro i vertici della cooperativa affiliata alla Legacoop.
    Taglia e licenzia, ma il cda di Coopservice si aumenta i compensi.

    La coop sei tu, chi può darti di più?

    buona estate a tutti...

    RispondiElimina
  80. X Gioia e Filo
    La rassegnazione è un sentimento che non ci appartiene e di conseguenza non la condividiamo, siamo convinti che per far si che il MIUR (IL GOVERNO) ci ascolti SERIAMENTE sia necessario, come ho già detto in commenti precedenti, realizzare azioni incisive e partecipative...(ci ascolteranno solo se saremo capaci di incidere la stessa preoccupazione che gli provoca il sindacato scuola) è per questi motivi che in questi giorni ci stiamo dedicando alla strutturazione delle regioni organizzando dei gruppi di lavoro regionali che abbiano come obiettivo l'aggregazione e il coordinamento di azioni previste per il mese di settembre. Il percorso è lungo e combattuto ..nessuno di noi ha mai detto che era una passeggiata, bisogna avere fermezza ma sopratutto far capire ai colleghi che bisogna PARTECIPARE ALLE AZIONI SINDACALI ..non ci stancheremo mai di dirlo.
    X Oronzino
    Non fantastichiamo…ma tu seriamente credi che questi 4 fanfaroni siano degli STRATEGHI ?? Questi sono dei Poveracci travestiti da Ricconi che grazie alla raccomandazione di politici a cui loro hanno per bene leccato il ……… si sono trovati questa CUCCAGNA.
    La verità oronzino è che le ditte lavorano su capitali sociali e fidi bancari e quindi ci sono ditte più solide che hanno la capacità di anticipare anche un anno di mensilità ai dipendenti e ditte che a malapena riescono ad anticipare le trè mensilità previste dal bando di gara, tutto qui’.
    saluti

    RispondiElimina
  81. per stella e maurizio,oggi abbiamo ricevuto un' acconto dall'euroservizi di bari,335€spettanze circa4200€,ma non a tutti.palagiano niente,motivo ha fatto l'ingiunzione di pagamento,ma l'ingiunzione è stata fatta anche da chi ha ricevuto i soldi.boh.. luigi taranto

    RispondiElimina
  82. X Luigi di Taranto e tutti i dipendenti della Euroservizi

    La Euroservizi a seguito di quanto riportato nel verbale del MIUR, in un primo momento si era impegnata a pagare TUTTE le spettanze dovute al personale dipendente. Il 14 luglio u.s. invece ha inviato un ulteriore comunicato con il quale si rimangiava quanto dichiarato in precedenza e comunicava di poter erogare solo un ACCONTO sulle mensilità attese dai lavoratori. In ogni caso le scuole in oggetto sono state segnalate al MIUR e appena avremo notizie ve le comunicheremo attraverso il blog.
    Un sempre affettuoso abbraccio a tutti voi

    RispondiElimina
  83. Nadia (Lazio)16/07/10, 18:55

    x tutti quelli in prima linea come me:Maurizio,Mimmo,Stella e soprattutto x chi inizia a pensare con mille dubbi ad una nostra battaglia necessaria ma piena di ostacoli.Il mio è il punto di vista di una vostra collega che ha iniziato nel 1998 ad affrontare le varie amministrazioni(provinciali, regionali,al min.del lavoro, dell'istruz. al senato ecc.)sempre con la stessa richiesta:l'internalizzazione e sempre con la consapevolezza di sfidare i poteri forti(i politici che x noi non sono mai stati nè di destra e ne di sinistra visto che ci hanno trattato nella stessa maniera) e i confederali che sono il nostro ostacolo più grosso. Dopo tanti anni di lotte oggi non mi sento affatto sconfitta: negli ultimi 3 incontri con Pizza so di aver posto il nostro problema nell'unica maniera con cui potevo almeno attirare la loro attenzione : la nostra è una questione vergognosamente politica e i lavoratori dopo anni intendono chiedere il prezzo politico di chi continua a lucrare sulla negazione continua dei nostri diritti.Il 2010 è di fatto l'anno in cui nessuno può più negare che la scelta di buttarci nella pattumiera dei consorzi, fu scellerata e fallimentare. Personalmente il 23 giugno, al sottosegr. Pizza ho consegnato 3 quotidiani locali che riportavano il disagio dei 100 exlsu ata Bioclean da 6 mesi senza stpendio,pronti a bloccare gli esami di maturità e il nome di Pizza come responsabile politico di quanto. Ci ha voluto rivedere il 12 luglio e insieme a Maurizio,Mimmo e gli altri abbiamo ribadito che i veri precari,anche se di lusso, sono proprio i politici visto che dal 1998 ad oggi tanti sono caduti (come amministrazioni) proprio per essere stati sordi alle richieste degli exlsu. in questi mesi, dove con i mancati pagamenti s'è negato il diritto alla sopravvivenza e dove con le dichiarazioni della Gelmini si è arrivati a negarci la dignità di lavoratori visto che ci fa passare x una sorta di ammortizzati sociali, abbiamo ribadito il BASTA di tutta la categoria. IL limite è stato superato e se a nessuno importa che assumendoci si risparmiano 75 milioni d'euro è forse perchè chi se li pappa fa parte dei poteri forti.E allora facciamoli sentire più precari di noi, evidenziamo pubblicamente quale grosso affare esiste sulla gravissima condizione degli exlsu ata. Abbiamo detto al sottos. che l'ottimizzazione che partirà a settembre costituirà il loro ennesimo errore politico: dopo i mancati pagamenti e la rabbia di chi, lavorando non è riuscito a portare a casa nulla, l'aumento dei metri quadri da parte delle ditte sarà visto come una dichiarazione di guerra e il Ministero dovrà rispondere di tanto disagio. Questi sono i termini con cui la delegazione nazionale degli exlsu ata si sta rapportando con il Ministero. Tutto ciò ha comportato : 1) si devono rapportare con noi anche se non sono obbligati x legge, ma ci ricevono perchè con le nostre iniziative, la posizione politica che abbiamo assunto(tutti i giorni chiamiamo x segnalare vari problemi) li abbiamo fatti preoccupare. E' ovvio che se si bloccano gli esami di stato la cosa si viene a sapere su livello nazionale e quindi tremano le loro poltrone. Maurizio, Mimmo;Stella hanno ragione quando dicono che la partecipazione di tutti è essenziale. Dentro il Ministero stiamo rappresentando davvero con forte convinzione tutta la nostra esasperazione, con l'orgoglio e la dignità di chi sta rappresentando 14000 persone che a testa alta pretendono il riconoscimento dei propri diritti. Ci riusciremo? non lo so ma questo è il mio stile di vita: so di appartenere ad una categoria di sfruttati, so che però la mia lotta restitusce ogni volta che alzo la testa e guardo negli occhi con sfida qualsiasi sottosegr. di turno tutta la dignità che x anni stanno tentando di toglierci. A settembre non servono dubbi e nè incertezze. chi vi rappresenta ha lanciato la sfida a nome di tutti.Quanti saremo? anche uno di più sarà un anello fondamentale x tutti.Ognuno di noi dentro di se' porta la lotta dei 14000.A presto Nadia.

    RispondiElimina
  84. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  85. ciao Nadia e un piacere leggerti,le tue parole rafforzano entusiasmo e voglia di lottare

    RispondiElimina
  86. Ciao Maurizio! Grazie per la tua precisazione...molto utile!
    Grazie soprattutto per il tuo impegno (includo tutti coloro che si impegnano per giusta causa!)
    (Luciano - Ferrandina MT)

    RispondiElimina
  87. Brava Nadia....ciao

    RispondiElimina
  88. Buongiorno a tutti, intanto condivido in pieno il post di Nadia che tocca proprio il nocciolo del problema.
    I nostri veri nemici sono i CONFEDERALI che ci hanno creati assieme ad una LOBBY POLITICA compiacente che non è ne di destra ne di sinistra,ma questo ormai credo lo sappiano tutti.
    Come dice Nadia i veri PRECARI sono i POLITICI,per cui dovremmo intanto continuare a premere la spina nel fianco che siamo per loro in modo da pungerli sempre di più, e poi togliere terreno sotto i piedi ai CONFEDERALI coprendo i territori dove siamo a tappeto e per far questo ci vuole UNIONE e IMPEGNO perchè nessuno ci regalerà L'INTERNALIZZAZIONE c'è la dobbiamo conquistare e guadagnare lottando uniti con il sindacato USB ,che ha veramente a cuore e sposato la nostra causa.

    Saluti e buon week-end a tutti

    RispondiElimina
  89. Da Enrica

    Condivido pienamente le idee di Nadia e sn d-accordo anke cn quello che dice oronzino quando parla di chi ha la pancia piena nn crede a chi la tiene vuota. Io vivo circondata di qst genere di persone, credetemi nn mi viene facile nemmeno dare loro le notizie oramai xke aspettono che cadi la "manna" dal cielo.
    Scusatemi se nn posto pi\ come prima ma nn sempre il pc me lo permette,
    ciao a tutti

    RispondiElimina
  90. NADIA COME ALTRI HANNO MOLTO MERITO MA BISOGNA GUARDARE IN FACCIA QUELLA REALTA' CHE PURTROPPO CI FA' TROPPO MALE POICHE' I POLITICI DAVANTI TI DICONO CHE HAI RAGIONE MA NON INTENDONOALZARE UN DITO PER QUESTA NOSTRA BATTAGLIA PERCHE'? PERCHE' A CAPO DI OGNI COOPERATIVA C'E' LA FIGLIA DI QUEL DEPUTATO DI CUI NON POSSO FARE IL NOME O LA MOGLIE DELL'ALTRO DEPUTATO GLI INTERESSI SONO TROPPO ALTI E NESSUNO FA' NULLA LE COSE RESTANO COSI NELLA SPERANZA CHE CI SIE QUALCHE PAZZO CHE BLOCCA TUTTE LE SITUAZIONI AMBIGUE E SI FACCIANO LE COSE CON CRITERIO CIAO EX LSU LAZIO

    RispondiElimina
  91. Il discorso è che di NADIA c'è ne vorrebbero un po di più tra di noi a volte mi chiedo se è davvero questa la realtà tra 14000 persone siamo sempre qui pochi ad andare a roma ormai ci conosciamo ma il resto ? stanno tutti agiati economicamente? oppure aspettano il peggio per alzare la testa? ultimamente sono stati fatti passi importanti ma senza la partecipazione della gente sarà difficile smuovere questo carrozzone! un saluto a tutti

    RispondiElimina
  92. buona domenica a tutti,qualcuno mi sa dire della prepensione? chi ne ha diritto? vi saluto a tutti (inno) catania

    RispondiElimina
  93. Da Enrica

    Per l-anonimo di Catania, mi dispiace sinceramente e mi auguro ke sia l ennesima frottola, ma a noi e stato detto ke nn ci saranno prepensionamenti xke nn ci sn fondi a l-inps.

    Buona Domenica a tutti

    RispondiElimina
  94. Per Inno
    I prepensionamenti, così come l'internalizzazione, per il momento sono argomenti in fase di ipotesi ma non al vaglio effettivo del Governo e del Miur.
    Il Sottosegretario Pizza in uno degli incontri, si disse propenso ad esaminare l'eventualità dei prepensionamenti e che se avesse trovato l'appoggio politico li avrebbe condivisi. In quella occasione inoltre, disse che secondo lui, i beneficiari dovevano essere lavoratori ai quali mancassero al massimo tre anni di contribuzione. Questo è quello che sappiamo noi.
    Buona Domenica a tutti...ciao Enrica, è un grande piacere rivederti nel blog.

    RispondiElimina
  95. In riferimento ai preponsionamenti volevo aggiungere che il sottosegretario Pizza in questi mesi si deve incontrare con il ministro Sacconi per discutere di quanto da noi proposto. Al prossimo incontro, nella prima decade di settembre, ci dirà se è proposta fattibile o no, ma in ogni caso, come ha detto Mimmo, il sottosegretario Pizza considera la proposta considerevole di attenzione.
    Saluti

    RispondiElimina
  96. vi ringrazio x l'informazione,siete sempre gentili e informati,un caro saluto a mimmo e maurizio, da inno catania

    RispondiElimina
  97. ciao mimmo, sei sempre razionale.

    RispondiElimina
  98. Nadia(Lazio)20/07/10, 23:12

    Ultime pessime novità per noi dipendenti Bioclean,consorzio Manital. Dopo che da martedì 13/07 le scuole hanno iniziato a ricevere i pagamenti da parte del Ministero e a pagare le fatture 2009 al consorzio,abbiamo saputo oggi che la ditta ci darà un acconto di 500 euro a fronte di 5 mensilità più la 14ma, con un assegno di venerdì.Il tam tam tra noi lavoratori è partito:questi giocano sporco e dopo aver obbligato con l'iniziativa del 22 giugno ad ANAGNI a farci ricevere il giorno dopo da Pizza, siamo più che determinati a lasciare il segno anche stavolta. In questi lunghi e difficili mesi anche il lavoratore più pacifico sa che tutto è cambiato e che in una situazione così assurda va data una risposta forte e chiara:non saremo noi a pagare i giochetti di potere di chicchessia.So che i lavoratori sono pronti a dimostrare ancora che non subiranno in silenzio.IN QUESTE ORE CI STIAMO RIORGANIZZANDO.Un saluto ai lavoratori Euroservizi della Puglia (anche loro Manital) che guarda caso vivono pari pari le nostre stesse identiche vicende.Saluto Maurizio,Mimmo e Stella.A presto Nadia.

    RispondiElimina
  99. Ciao Nadia, hai ragione nel dire che giocano sporco perchè adesso ditte che hanno pagato sempre puntuali , questo mese stanno dando acconti da 500 a 800 Euro senza quattordicesima.
    Alla domanda del perchè... ci hanno detto di andare a fare "casino" per i soldi.
    Avete capito che bastardi, si sono messi daccordo e vogliono ricattare il Governo tramite noi.
    Ormai credo che il vaso sia colmo e se ancora non l'anno capito siamo abbastanza organizzati per fare delle azioni pesanti perchè stanno giocando con la nostra dignità e pelle.
    Saluti,Mocetor

    RispondiElimina
  100. Mancati pagamenti:

    Roma, 20 Luglio 2010
    Prot 1503/P

    Oggetto: Comunicazione relativa al personale operante presso l’appalto dei servizi di
    pulizia delle Scuole c.d. ex - lsu.

    Con la presente rendiamo noto a tutti gii organi in indirizzo (sindacati e Consorzio Manital) che dato l'indiscriminato protrarsi dell'insolvenza da parte- degli Istituti Scolastici, con la totale mancanza di pagamenti por l' anno 2010, la scrivente Società, suo malgrado e con grande rammarico, non è in grado di garantire il pagamento delle retribuzioni dei lavoratori in oggetto per i! mese di Giugno 2010, ed alla regolare corresponsione della 14° mensilità nei tempi previsti.
    Stante comunque le difficoltà testé enunciate che non dipendono da volontà
    della scrivente, Vi comunichiamo che provvederemo ad accreditarle ai lavoratori, un
    acconto delle retribuzioni relative ai mese dì giugno, entro il giorno 23,07.2010.
    Restando a disposizione per ogni e qualsivoglia chiarimento e disponibili ad
    una giusta soluzione, nel più breve tempo possibile, porgiamo distinti saluti.

    Termoraggi Global Service S.P.A.

    RispondiElimina
  101. stò leggendo di molte ditte che non stanno pagando lo stipendio ma questo accade solo nel sud? noi perora non abbiamo mai avuto problemi di stipendio dobbiamo cominciare a preoccuparci?ciao
    serena

    RispondiElimina
  102. Nadia(Lazio)21/07/10, 18:16

    Rispetto il comportamento Manital e il ridicolo assegno Bioclean ho allertato stamattina il ministero chiedendo un loro intervento. L'USB si era già mosso mandando comunicazione scritta rispetto l'Euroservizi. Utilizzando tale documento di denuncia, il ministero prenderà posizione per iscritto invitando i consorzi a pagare e, per conoscenza,ha mandato lo stesso al sottos. Pizza. Ho promesso di fargli avere i nostri comunicati stampa rispetto questa vergognosa gestione degli exlsu ata,non si sono mostrati entusiasti della cosa e quindi è più che confermato: è un'altra strada da seguire tranquillamente.Inoltre stiamo pressando le stesse ditte: sia come sindacato e sia come lavoratori individuali inferociti. Sono tempestati da telefonate e il responsabile aziendale che dovrà portare il fatidico assegno non sta dormendo sonni tranquilli.E' ovvio che i vari consorzi stanno giocando pesantemente la loro partita.Potremmo però fargli fare autogol: dobbiamo adesso e più che mai saper evidenziare la loro assoluta mancanza di responsabilità rispetto i lavoratori visto che hanno procurato il disagio vero di migliaia di famiglie disattendo totalmente la finalità sociale a cui la costituzione obbliga qualsiasi impresa,pubblica o privata.La nostra è e deve continuare ad essere, secondo me,una denuncia non solo all'interno dei vari incontri che avremo al ministero,ma soprattutto una denuncia pubblica attraverso stampa e televisioni, una denuncia fisica e mediatica tra noi lavoratori che sappia tradursi in un unica richiesta:cacciateli e assumeteci!!Ciao Nadia.

    RispondiElimina
  103. Nadia(Lazio)21/07/10, 22:23

    Per Mocetor-vedo che condividiamo molto e la cosa non può che farmi piacere anche perchè parlando lo stesso linguaggio e guardando agli stessi obiettivi è più facile potenziare quel fronte comune necessario a contrastare il grave attacco che da più parti ci arriva.Mi auguro che a settembre gli exlsu ata non abbiano dimenticato nulla di questi ultimi mesi. Anche se arriverà l'ottimizzazione a ricordare a tutti quale poca cosa siamo per i confederali, per il Ministero e per i signori appaltatori.A presto Nadia.

    RispondiElimina
  104. Sono convinto che voi tutti sapete come io già so che a settembre anche con l'ottimizzazione cambierà ben poco così come niente sta cambiando ora e ribadisco ancora una volta che BISOGNA CAMBIARE FORMULA DI LOTTA perchè tutto ciò che è stato fatto negli ultimi dieci anni è servito solo a farci trattare come ci stanno trattando oggi. Noto nella collega Nadia quella voglia di poter cambiare tutto che un giorno apparteneva anche a me e la invito visto che dotata di tanta inteligenza di tentare di trovare un'alternativa utile per la nostra lotta per la "STABILIZZAZIONE". Saluti e speriamo sempre.

    RispondiElimina
  105. Caro collega sei convinto male!
    A settembre verrai collocato su aree di 1400 mq pari a 200 mq l’ora (con distinzioni a seconda delle aree, es. materna o aree esterne) e verrai, se considerato in esubero, trasferito su altre scuole. Ti ripeto inoltre che noi stiamo operando (anche in questi mesi dove magari molti sono al mare) cercando di organizzare azioni rivolte al raggiungimento dell'internalizzazione e a contrastare il piano di ottimizzazione, la richiesta rispetto agli anni passati E' GIA' DIVERSA, non credo che tu ad oggi abbia mai fatto azioni sotto la bandiera DELL' INTERNALIZZAZIONE e sono convinto come te che bisogna essere maggiormente incisivi nelle prossime azioni di protesta, ma questo dipende soprattutto dalla vostra partecipazione. Ti prego quindi, come ti ho già chiesto in passato, di inviarmi tramite e-mail (in privato) il tuo numero di cellulare indicandomi la zona di residenza, sarà mia cura metterti in contatto con i referenti della tua zona per poter usufruire anche del tuo contributo in azioni di protesta.
    Cambiare, collega, significa anche uscire allo scoperto e lottare e tu, nonostante chieda a noi di cambiare FORMULA DI LOTTA, sembra che attui poi quella dello “struzzo” che nasconde il capo sotto terra, la stessa formula di lotta che ci ha portati a dove siamo oggi.....delegando ad altri la soluzione del problema.
    Fiducioso… rimango in attesa di un tuo recapito, la mia e-mail la trovi in alto a destra del sito, ciao.

    RispondiElimina
  106. ma scusatemi io non vi capisco, se non vi pagano e cosi semplice : BASTA TIRARE IN UN AULA DI TRIBUNALE IL CONSORZIO MONITAL CHE INSIEME AGLI ALTRI 3 CONSORZI A SOTTOSCRITTO UNA CONVENZUIONE AL MINISTERO IN CUI SI IMPEGNAVANO AD ANTICIPARE SEMPRE GLI STIPENDI, A PRECSINDERE DA EVENTUALI RITARDI DEL GOVERNO...(SONO STATI SCELTI APPOSTA CON DEI CRITERI NON USUALI)...PARLATENE CON UN AVVOCATO PRIVATO DEL LAVORO,NON SINDACALIZZATO, CON LO STESSO MANTOVANI CHE AVETE AVUTO MODO DI CONOSCERE, MA SENZA CACCIARE SOLDI PERCHE E UNA CAUSA GIA VINTA, IL VOSTRO LEGALE SARA PAGATO DAI CONSORZI CHE PERDERANNO,MA NEL FRATTEMPO CONTINUATE SEMPRE A LAVORARE....LSU VOSTRO COLLEGA DI NAPOLI

    RispondiElimina
  107. Cari colleghi , in questi giorni ho chiesto ad una mia collega di lavoro iscritta alla cgil, se era a conoscenza del piano di ottimizzazione, e lei mi ha detto che il suo sindacato le aveva comunicato che ci sarebbero stati degli aumenti di metri e trasferimenti di personale in esubero, ma le hanno assicurato che era tutta una cosa cosi perchè in verità non cambierà nulla.
    Io gli ho fatto vedere il verbale sottoscritto dal suo sindacato con tutte le novità che ci riguardavano .
    Sapete cosa mi ha risposto " vabbe a settembre poi vedremo" , per cui certi colleghi se non vedono il Santo non credono al miracolo, e I CONFEDERALI ANDRANNO ALL'INFERNO PER TUTTE LE BUGIE CHE CI HANNO RACCONTATO IN 9 ANNI.
    Saluti Mocetor

    RispondiElimina
  108. X LSU NAPOLI
    COLLEGA LO STIAMO GIA' FACENDO E GRATIS, I CONSORZI DEBITORI HANNO TUTTI L'INGIUNZIONE DI PAGAMENTO INVIATA PER CONOSCENZA AL MIUR.
    AL MINISTERO, NELL’ULTIMA RIUNIONE, SI E' CHIESTO POI L'ESTROMISSIONE DALL'APPALTO DEI CONSORZI CHE NON PAGANO, IL PROBLEMA E' CHE IL MIUR DEVE ESTROMETTERE UNA DITTA CHE LEI STESSA NON RETRIBUISCE E QUINDI COME POTRAI IMMAGINARE LA COSA SI COMPLICA, IN OGNI CASO NON POSSIAMO ASPETTAREC I TEMPI NECESSARI PER UNA CAUSA A NOI PREME CHE I SOLDI VENGANO DATI SUBITO ECCO PERCHE’ NADIA STA ATTUANDO AZIONI DI PROTESTA.

    P.S.
    A TITOLO INFORMATIVO:
    I CONSORZI CONTRATTUALMENTE (BANDO DI GARA) RICEVONO I PAGAMENTI DAL MIUR OGNI 3 MESI E QUINDI DEVONO ANTICIPARE NECESSARIAMENTE 3 MENSILITA' , L'OBBLIGO DI RETRIBUZIONE DEI CONSORZI VIENE NON DA UN ACCORDO CON IL MIUR MA DALLA LEGGE NAZIONALE CHE DICE CHE IN OGNI CASO UNA DITTA DEVE PAGARE GLI OPERAI FINO AL FALLIMENTO E POI HA DIRITTO DI AVVALERSI CONTRO CHI L'HA PROVOCATO...
    MO' PARLIAMOCI CHIARO COLLEGHI MA SE FOSSIMO NOI GLI IMPRENDITORI PAGHEREMMO FINO AL FALLIMENTO ?? IL PROBLEMA E' SEMPRE LO STESSO, QUESTO TEATRINO NON FUNZIONA… COME ABBIAMO DENUNCIATO PIU' VOLTE AL MIUR E DEVE QUINDI CHIUDERE, IL SERVIZIO DEVE ESSERE INTERNALIZZATO E TUTTO FUNZIONERA' A DOVERE.

    RispondiElimina
  109. Nadia(Lazio)22/07/10, 18:46

    All'anonimo che mi vede con "la voglia di cambiare tutto"...intanto condivido la risposta di Maurizio totalmente. Per ciò che mi riguarda ti chiarisco che la mia non è solo una voglia, ma l'esigenza vera e profonda di saper reagire a chi ci sta da sempre negando tutto. Anche dopo tanti anni, e mi dispiace per te, rimango "una" che non riesce a rassegnarsi, che forse per carattere, sicuramente per formazione politica e sindacale, preferirebbe farsi tagliare la testa piuttosto che abbassarla. Il senso di responsabilità sindacale fa il resto: i 14000 exLSU li porto con me ad ogni incontro e la fierezza di far parte di un gruppo eccezionale di persone come Maurizio, Mimmo e tutti gli altri porta la nostra delegazione nazionale a sfidare i poteri forti con la forza e la passione che ci contraddistinguono. Non sono così intelligente come credi, ma la strategia utile che mi chiedi la conosco da tempo. L'unica capacità che vorrei avere è quella di conoscere la chiave giusta per accedere nei cuori e nelle menti di chi come te, da exlsu ata, non crede più a niente. E' la strategia del saper aggregare in un unica lotta quel fronte che tanto spaventerebbe chi decide per noi. A chi, da sconfitto, sta alla finestra a guardare e ogni tanto alza un sopracciglio e critica voglio dire che dubitando si seminano incertezze: pratica inutile e dannosa per tutti. Salutandoti mi auguro che, che nella sincerità della mia risposta, sia riuscita almeno a contaminare anche di poco quel tuo modo di essere "anonimo" e per di più "spento" in un diverso modo di reagire. Anche perchè, per quanto di intelligenza media, io non riuscirei proprio a vivere la mia vita in un altro modo che non sia da protagonista. A presto NADIA!!!

    RispondiElimina
  110. uhhhmmmmm!!!!!!!!ciao a tutti...vedo con piacere che c'è ancora una Signora "Peron" combattiva e dalle idee chiare....brava nadia,questo blog mi ha attirato dall'inizio che l'ho letto x la prima volta...e vedi, rincuorati attrarrai altre persone nel convincimento delle tue affermazioni,Maurizio sa chi sono io, e per un verso sono coinvolto anche io in questa battaglia,proprio oggi Mirabella su Rai3 parlava ancora dei precari e della sanità,ed io subito gli ho mandato 7 mail uguali con intestatario differenti,non ho fortuna con il telefono.....pertanto incìto ancora TUTTI a far sentire la NOSTRA voce in qualsiasi modo...Settembre e vicino,e quando i giochi loro saranno fatti,per noi sara' ancora più dura......come sempre un abbraccio a tutti.Mauri' quelli del Siu... hanno fatto una figura di me.....a roma...cia'.....Gigi.

    RispondiElimina
  111. Carissima Nadia,dei 1400 ex lsu che formano questa =armata brancaleone=toltoci quei 500 che hanno partecipato all'ultimo sciopero a Roma,e quelli che scrivono su questo blog,e quei pochi che si prodicano giornalmente,come Maurizio e Mimmo,il resto stà li come a dire: voglio vedere questi dove vogliono arrivare;come se il problema non è il loro.Questa gente non si guarda intorno,non vedono come si è ridotto l'operaio di Pomigliano pur di lavorare"se di lavoro si può parlare a questo punto".A proposito di Pomigliano,l'altro giorno un operaio della FIAT POWER TREND di Termoli è andato per solidarietà a manifestare con quelli di Pomigliano per il referendum,ebbene è stato riconosciuto sul sito di Republica ed è stato licenziato.La FIAT stà trasferendo la produzione della ZERO in Serbia,notizia di pochi minuti fà,la FIAT ha ricevuto incentivi non solo in questi ultimi anni,ma da sempre.Qualcuno starà pensando ma questo dove vuole arrivare,e io gli rispondo:non dobbiamo arrivarci,ci siamo già.Stiamo con il culo perterra già da parecchio,e se qualcuno ancora non se nè accorto è troppo tardi.A tutti quelli che hanno pensato solo al loro orticello,e che pensano non sono problemi miei ,ma degli altri,si sbagliano,ma di parecchio.Penso che sia arrivato il momento di non pensarla"armiamoci e partite"ma di essere più partecipi alle iniziative che vengono intraprese,dobbiamo essere fieri di avere in mezzo a noi gente come Maurizio e Mimmo che si impegnano a tempo pieno per tutti noi.Un caro abbraccio Giovanni

    RispondiElimina
  112. MA NEMMENO LA MONDIAL PULIMENTO PAGA .NON SI CAPISCE QUALI GIOCHI FANNO SE DIPENDE DALLO STATO O DALLE DITTE CHE FANNO LE FURBE EX LSU LAZIO .

    RispondiElimina
  113. Da Enrica

    Buongiorno a tutti !!!!!!
    Una volta io sapevo che lo stato paga le aziende, che a loro volta pagavano le scuole, ma come la mettiamo quando sono le banche a mandare il 'malloppo' alle scuole ?
    Che l' azienda e gia sull'orlo del fallimento o mi sbaglio ?
    X quanto riguarda il nuovo piano di ottimizzazione, si dice, sottolineo, si dice, che non trovando un accorod per pagare l'eventuale spostamento del lavoratore la trattativa e stata sospesa e che la cosa potrebbe andare per le lunghe, come sempre.........

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  114. Questa non l'ò capita,pagare lo spostamento? Chi dovrebbe pagare cosa? E a chi?Ma non è previsto che entro i 30 Km(se non ricordo male)la ditta ha facoltà di fare spostamenti dei suoi dipendenti senza che sia prevista alcuna indennità?

    RispondiElimina
  115. A me risultano 50km!!

    RispondiElimina
  116. Carissima collega Nadia questa sarà la mia ultima nn perchè mi arrendo ma perchè dopo varie volte che ho scritto da "anonimo" ho capito che la strada da voi intrapresa nn darà frutti per cui io che sono un tipo "spento" tenterò nel mio piccolo di trovare altri colleghi Off per portare avanti quelle che sono le mie tesi.
    Mi dispiace che tu "ex lsu" sia ancora (dopo quello che ci hanno combinato a noi lavoratori, i politici di dx e sx e tutte le O.S.) politicamente e sindacalmente scherata come tu dici, forse la tua voglia di SFIDA ai poteri forti ti fà pensare che l'unica strategia utile sia quella di andare a Roma a far casino, mentre magari tu sali nei piani che contano per trattare e parlare di cose che già altri fanno malamente, fino ad oggi, per noi. Bisognerebbe invece da persona inteliggente quale tu sei capire che ciò che si è tentato sino ad oggi è stato un flop un fallimento e quindi di conseguenza bisognerebbe tentare di far altro. Altro, che magari nn ci facesse sfidare sempre i poteri forti ma che ci facesse raggiungere i nostri obiettivi in diverso modo.
    Ma i nostri obiettivi mi chiedo sono alla fine gli stessi. Tu ed altri volete veramente l'internalizzazione del servizio o volete essere i protagonisti del nulla perchè se (come tu stessa dici) la tua vita da protagonista la vuoi vivere come la stai vivendo in questi ultimi dieci anni mi dispiace per te e ti saluto.
    Carissimo Maurizio saluto anche te e ti ricordo che un paio di giorni fà anche la c.g.i.l. si vantava del fatto che i consorzi debitori hanno tutti l'ingiunzione di pagamento. Per questo motivo io ho sempre continuato a dire che noi, ohh scusate , Voi dovreste chiedere altre cose al Miur, perchè per le fesserie ci pensano già i confederali.
    Saluti a voi tutti. Scusatemi e mi rispengo subito. OFF. Voi, cara Nadia Polverini, rimanete sempre accesi tra di voi intimi facendo però attrenzione ai CORTO CIRCUITI. Buona giornata.

    RispondiElimina
  117. Nadia(Lazio)23/07/10, 14:12

    Permalosetto...Ciao Nadia!!!

    RispondiElimina
  118. Nadia(Lazio)23/07/10, 14:25

    Nelle scuole della provincia di frosinone iniziano ad arrivare bonifici x servizio di pulizia (6 mesi 2010). Chi non viene pagato faccia pressione sulle scuole e sulle ditte per accellerare i già penosamente lunghi tempi tecnici. Verificate anche in altre province, anche se adesso in qualche scuola scarseggia il personale (ferie) e a volte non c'è chi è addetto a pagare le fatture ai Consorzi. A presto NADIA.

    RispondiElimina
  119. Collega tu evidentemente hai voglia di divertirti e a noi invece, come si dice a Napoli, 'A CAP CE FA MAL.... io non mi vanto di niente ho solo risposto a un commento di un collega che ci chiedeva di fare causa ai Consorzi.
    In ogni caso ritengo inutile polemizzare e rinvitarti per la 3 volta a prendere contatti con me inviandomi il tuo numero di cellulare e riferendomi la tua residenza... e quindi nel rispetto della tua decisione ti saluto.

    RispondiElimina
  120. All'anonimo che parla di km di spostamenti dico che conosco gente che sono anni che si fa' 50 km al giorno da anni e non riescono a farsi riavvicinare.Normalmemte per noi la legge dice che dobbiamo restare nello stesso comune invece queste persone vanno nei comuni limitrofi senza un risarcimento o un plus Scusate 50 andare 50 ritornare .Non andremo a meglio mi sembra quasi di stare sotto una schiavitu' sperando che non ci danno anche le frustate.

    RispondiElimina
  121. Nadia(Lazio)25/07/10, 09:43

    Buongiorno a tutti.Stamattina vi porto il saluto di Giovanni Musacchio,l'operaio della Fiat Powertrain di Termoli e sindacalista SlaiCobas,licenziato perchè il 22 giugno si trovava a Pomigliano,davanti i cancelli della Fiat ad esprimere la propria opinione rispetto il referendum ricattatorio di Marchionne.Ovviamente le motivazioni ufficiali sono altre, siamo di fronte ad un altro licenziamento politico da parte della FIAT.Ieri a Termoli, c'è stata una manifestazione di solidarietà per Giovanni e nello stesso tempo di denuncia rispetto la gravità che il mondo operaio sta vivendo oggi.Hanno partecipato gli operai di Pomigliano,della Powertrain e di molte altre fabbriche,sindacati di base, semplici cittadini: insomma tanta attenzione attiva intorno a questo licenziamento.Qualcosa dunque si sta muovendo:c'è nell'aria,oltre l'esigenza di rispondere visibilmente a chi attacca così pesantemente i diritti democratici dei lavoratori anche quella di "legare" ogni lotta(Pomigliano,exlsu ata,i precari della sanità e potrei continuare all'infinito)in un'unica lotta.Anche perchè Marchionne,la Gelmini,Sacconi,Tremonti stanno portando avanti lo stesso progetto:attaccare ed azzerare i diritti dei lavoratori sanciti dalla Costituzione e dallo Statuto dei Lavoratori.E' l'attacco quindi di una classe privilegiata che ci sta togliendo la reale possibilità di una vita dignitosa.Stringendo la mano a Giovanni Musacchio sapevo di portare la solidarietà a uno di noi.Gli ho detto che noi exlsu ata siamo 14000 persone in difficoltà da sempre e l'ho invitato a visitare il nostro blog.Giovanni Musacchio èstato licenziato perchè sindacalista in un sindacato non compiacente,la Fiat ha colpito lui per "educarne" 100 visto che si opponeva ad un modello di gestione aziendale che oltre gli operai Fiat avrebbe,più prima che poi, riguardato tutti.Ho voluto portare a conoscenza del blog l'esperienza di Giovanni perchè penso che il "sapere" non può che rafforzare tutti,perchè la sua lotta è anche la nostra lotta:è lo stesso BASTA che in un unico grido potrebbe capovolgere il mondo degli affaristi e i faccendieri.A presto NADIA

    RispondiElimina
  122. Io invece stasera porto il saluto di circa 14000 lavoratori che sono molti di più degli operai Fiat ma non li caga nessuno... quanti operai Fiat sarebbero disposti a scioperare per la nostra causa? francamente penso nessuno... però quando si parla di FIAT tutti fanno casino e se non si mette tutto a posto... sono cavoli amari, come mai. SPIEGATEMELO! Saluti a tutti, Lorenzo.

    RispondiElimina
  123. bravo lorenzo condivido quello ke hai detto, noi ex lsu nn ci caga nessuno xkè siamo di serie B invece (FIAT)fà più effetto sono di serie A,di noi, gli operai della fiat, nn hanno mai parlato.saluti a tutti gli ex lsu.mauri

    RispondiElimina
  124. Nadia(LAZIO)26/07/10, 23:10

    Hai ragione Lorenzo:siamo di più e nessuno ha mai parlato di noi.Molto probabilmente perchè lo Stato ci farebbe una pessima figura e quindi da anni ,le uniche volte che ci hanno citato è stato solo per mistificare la realtà:al massimo ci hanno trattati come sussidiati prima e sussidiati ancora oggi.Inoltre scontiamo il fatto di essere polverizzati in un numero infinito di scuole e ditte: per chi vorrebbe anche solo informare tutti non è un problema da poco.Gli operai Fiat sono storicamente sulle reti nazionali anche perchè la loro azienda è la più importante d'Italia,quella a cui,nella gestione dei propri operai, dava la linea a tutte le altre fabbriche.Io proverei a pensare che,nella consapevolezza che esistono sia exlsu ata che operai Fiat,che non fanno sciopero neanche per loro stessi,proviamo però a farle incontrare ste rette parallele.la Gelmini, Marchionne,Brunetta,Tremonti ci trattano tutti come topolini da schiacciare.Ognuno c'ha i suoi. Noi nel frattempo stiamo a discutere sulle sfumature di colore che ci dividono.Proviamo solo a sommare i numeri:noi+tutti i precari+i cassantegrati+ il settore pubblico+ i trasporti+la Fiat+ecc.ecc. Guarda che son conti che lor signori già hanno fatto, ecco perchè continuano a spezzettarci anche mentalmente.Guarda Lorenzo,sabato per puro caso ho avuto modo di andare a Termoli e 2 rette parallele si sono incontrate:ho conosciuto uomini e donne con la stessa incertezza lavorativa che abbiamo noi.Non tutti erano operai Fiat ma IL licenziamento di Giovanni Musacchio ,sindacalista dello Slai Cobas ha indignato tanti tipi di lavoratori.Abbiamo noi la capacità di legare tutte le lotte ,sommando i numeri dei tanti tantissimi lavoratori che comunque vivono oggi la lotta di classe della cosidetta CASTA? Perchè nel frattempo che noi stiamo qui a pensare ancora se è giusto o non giusto farla, loro,i potenti, sono più bravi di noi e tutti uniti,giorno dopo giorno, ci spezzettano rendendoci sempre più deboli.Un saluto da NADIA.

    RispondiElimina
  125. VI STATE FACENDO IL SANGUE AMARO PER QUELLI DELLA FIAT PERCHE' HANNO LICENZIATO TRE OPERAI DITELE TUTTE LE COSE COME STANNO SE NON AVESSERO IMPEDITO LO SVOLGIMENTO DEL LAVORO SENZA BOIGOTTARE NESSUNO LI AVREBBE CACCIATI POICHE' GLI E' STATO ASSICURATO IL LAVORO PER DIECI ANNI ,MA AD UNA PARTE DI SINDACATO POLITICIZZATO QUESTO NON ANDAVA BENE E SONO CORSI AD ALTRI SISTEMI E POI SI FANNO MARTIRI .

    RispondiElimina
  126. se dal 1 settembre nessuno tocca una scopa vedete se non se ne accorgono di noi!!chi la farà la pulizia i bidelli che su 100 98 hanno la 104 personale !!!

    RispondiElimina
  127. Non ricordo da anni oramai che qualcuno abbia scioperato per noi ,e quando abbiamo fatto lo sciopero che si faceva in concomitanza con gli ATA sui giornali in televisione hanno sempre messo in evidenza le altre categorie di noi nemmeno una parola noi non esistiamo da parte mia non faccio solidarieta' con nessuno una volta forse visto come stanno le cose ora con nessuno.

    RispondiElimina
  128. Enrica

    Notte a tutti,

    Eccol la risposta che cercavo, sapevo anch'io che per quanto riguarda lo spostamento si trattava di 50 km, ora ad un tratto, come per magia, si scende ad un raggio di 30 km, proprio xke le aziende così nn dovranno pagare nessuna trasferta all'operaio, e bravi i furbastri !!!!!!!!!!!!
    X quanto riguarda la solidarietà, purtroppo è una caratteristica dell'Italia, si sciopera solo e soltanto categorie per categorie, solidarietà : zero.
    E me ne dispiace sinceramente, perchè dovrebbe essere altrimenti, anche se la cosa si fa più difficile in quanto già nn si è mai compatti nella propria categoria..............

    Notte

    RispondiElimina
  129. Nadia(LAZIO)27/07/10, 00:12

    per gli anonimi:continuate a dire cose che non ho detto.A quale sciopero della Fiat avrei chiesto di partecipare? Non esiste che per uno sciopero di categoria possano partecipare altri settori per cui non è stato neanche indetto lo sciopero.La solidarietà poi è una cosa soggettiva: ognuno è solidale in modo libero con chi vuole....io sono solidale con Giovanni perchè oggi si chiama Giovanni, domani si potrebbe chiamare Nadia e trovo che molta strada si debba ancora fare per raggiungere una consapevolezza di classe.Ciao a tutti Nadia.

    RispondiElimina
  130. io sono un di quelli che mi faccio 50 ad andare e 50 al ritorno per andare a lavoro da bel 10 anni..ma avuto nessuna retribuzione :))

    ciao a tutti buone ferie

    ciao da salvo da rg

    RispondiElimina
  131. Nadia scusa ma non hai capito proprio il senso di quello che è stato scritto .

    RispondiElimina
  132. oggi mi sento di dire...viva l'italia e viva il lavoro nero legalizzato. saluti a tutti e buona estate.

    RispondiElimina
  133. ALL'ATTENZIONE dei
    colleghi/dipendenti della ditta EUROSERVIZI

    Bari, 29 luglio 2010

    Oggetto: Appalto pulizie ex LSU scuole delle Province di Bari - Brindisi - Taranto e Lecce. Corresponsione ulteriore acconto su mensilità arretrate.
    Rispetto a quanto comunicato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca con nota dell'8 aprile 2010 in merito al saldo delle competenze 2010 (gennaio - giugno)purtroppo gli istituti scolastici non stanno provvedendo con la necessaria puntualità ai versamenti degli importi dovuti per le lavorazioni eseguite.
    Ciò nonostante, comprendendo perfettamente le esigenze dei lavoratori dipendenti, d'intesa con la Manital, la scrivente corrisponderà agli interessati, un ulteriore acconto sulle mensilità arretrate martedì 3 agosto 2010.
    Rimane fermo l'impegno a saldare le spettanze tutte, ventate dal personale impegnato nel servizio,non appena gli istituti scolastici invieranno a Manital gli importi di competenza 2010 e quindi da parte del Consorzio bonificati alla scrivente, fatti salvi i tempi tecnici di competenza degli istituti di credito.
    Distinti saluti
    EUROSERVIZI

    RispondiElimina
  134. Ci aggiornate colleghi gentilmente sui pagamenti ? Quali sono le ditte che ancora non hanno retribuito la mensilità di giugno e la 14ma ?
    Saluti

    RispondiElimina
  135. Caro Maurizio ti suggerisco di dare un occhiata sul sito INPS alla circolare N.157-del,27-07-1999-che ha per oggetto(incentivi all'assunzione di lavoratori ex lsu),la legge in oggetto era la la N.223 del 23/07/1991,quindi quella che riguardava noi.Un caro abbraccio Giovanni.

    RispondiElimina
  136. luigi taranto31/07/10, 15:45

    ciao,ieri con un mio collega abbiamo fatto un po di telefonate. alla manital,all'euroservizi la prima ci ha comunicato che il 3 agosto avremo un'anticipo è il 9 di agosto il saldo dei mesi arretrati(speriamo).oggi ho ricevuto un messaggio di un amico sindacalista che mi confermava le notizie che avevo avuto ieri(incontro manital ministero).forse usciamo da un'incubo.

    RispondiElimina
  137. Salve Maurizio!
    Stipendio (con 14a) assente!
    Cooperativa Ciclat, provincia di Matera (tutte le scuole)
    ...Ma ormai è una brutta abbitudine avallata da tutti i dipendenti!
    Mai preso lo stipendio prima del 28-29 del mese successivo...quasi sempre pagato intorno al 4-5 del secondo mese successivo.
    Tra i dipendenti ci sono mogli di sindacalisti confederali, parenti di impiegati della Cooperativa, fratelli e madri di dipendenti della stessa cooperativa occupati nel settore trasporti.
    Un guaio peggiore non poteva capitare!
    Tutti hanno letto i vari comunicati, nessuno vuole firmare la petizione...Nessuno protesta, nessuno partecipa alle manifestazioni...Peggio di così!
    Grazie a Maurizio e co. (non cito tutti per paura di dimenticarmi di qualcuno...scusate) per tutto il vostro serio impegno.
    (Luciano di Ferrandina...figlio di vostra collega invalida...maltrattata sia dalla cooperativa, sia dai colleghi invidiosi ed infami)
    Saluti a tutti!

    RispondiElimina
  138. X Luciano
    Non ci dici niente di nuovo carissimo,
    sappiamo che molti parenti dei SINDACALISTI sono parte integrante delle aziende....si spera in una presa di coscienza dei colleghi, mai sfiduciarsi...grazie per l'informazione e invito i colleghi a segnalare le altre aziende che ad oggi non hanno retribuito.
    Saluti

    RispondiElimina
  139. PUGLIAmo l'italia.

    UN'ALTRA ITALIA è POSSIBILE.
    BERLUSCONI AFF.....O
    E D'ALEMA AL POLO NORD CON LA SUA BARCA.

    FORZA COLLEGHI CI HANNO MESSO A PULIRE E ALLORA PUGLIAmo-PUGLIAmo-PUGLIAmo-PUGLIAmo.

    W VENDOLA E LE SUE IDEE.

    RispondiElimina
  140. E' INUTILE CHE FATE NONMI DI POLITICI NON AVETE ANCORA CAPITO CHE A QUESTI SIE DI DESTRA O DI SINISTRA NON GLIENE FREGA UN TUBO A NESSUNO SIAMO COME DEGLI SCHIAVI LO DIMOSTRA IL FATTO CHE CI AUMENTANO I METRAGGI DA PULIRE AVETE SENTITO FORSE QUALCUNO DI QUESTI POLITICI CHE DICE NON E' GIUSTO CHE GIA' FACCIAMO IL NOSTRO LAVORO ANCHE SE E BISOGNA DIRLO CHE NEL NOSTRO NOVERO DI PERSONE C'E' CHI NON FA IL PROPRIO LAVORO E PER COLPA DI QUESTI PAGHIAMO TUTTI?

    RispondiElimina
  141. NIENTE 14ma dalla MONDIAL

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget