7 novembre 2013

VERBALE USB DEL MINISTERO DEL LAVORO DI ROMA - 5 NOVEMBRE 2013


Si e' tenuto martedì scorso l'incontro al ministero del lavoro con i consorzi per le procedure di licenziamento aperte con la 223. In allegato trovate i verbali che vi invito a leggere. Dall'incontro e' emerso comunque che:


- la dussman in puglia ha già sottoscritto la convenzione nazionale con consip e che tra il 9 e il 13 c. m. verranno sottoscritte le altre convenzioni nazionali dove sono state fatte le aggiudicazioni e non ci sono stati ricorsi. Entro Max la fine di febbraio verranno comunque sottoscritte tutte le altre sulle quali sono in corso verifiche della Consip cioè Campania, Calabria Sicilia. Sul lazio (Frosinone, latina ecc.) il CNS cederà a Maca l'appalto mentre sul lotto Rieti e Sardegna MILES attraverso la ditta Romeo ha fatto ricorso;

- una volta firmate le convenzioni nazionali, se il MIUR assegna le risorse così come decise sugli accantonamenti dal decreto del fare, i consorzi e ditte vincitrici laddove venissero di conseguenza convocate dalle scuole non potrebbero esimersi dall'andare a definire i contratti attuativi sulla base delle risorse disponibili;

- i Consorzi hanno stimato che nel passaggio da vecchio regime di pagamento a nuove assegnazioni si prefigura un taglio del 50% della forza lavoro/orario di lavoro nonchè confermano le enormi difficoltà a gestire il cambio appalto rispetto alla differenza tra posti accantonati e numero degli ex-lsu nelle singole scuole;

- tutti si aspettano dal tavolo a Palazzo Chigi o una revisione delle previsioni del decreto del fare o un allargamento alle scuole non statali (enti locali)delle convenzioni consip così da garantire nuovi contratti per dislocare i lavoratori in esubero e/o incrementare gli orari e che vengano rallentate le procedure per l'assegnazione delle risorse alle scuole e per la sottoscrizione dei contratti attuativi e comunque bloccate in attesa di definire le soluzioni all'impatto occupazionale sia in termini di ammortizzatori in deroga che le altre ipotesi suddette;

-la proroga stabilita al miur nel'incontro del 4 con i confederali per dicembre non chiarisce fino al 31/12 quindi loro si aspettano che il MIUR escluda il periodo delle vacanze di natale;

- i Consorzi vogliono certezze sul quadro complessivo e cioè fino a febbraio prima di rivedere le atuali procedure di licenziamento e procedere ai cambi appalto.

- i consorzi ribadiscono che i forti ribassi di gara si tramuteranno in aumento dei carichi di lavoro e che sono i tagli del decreto del fare che incideranno sugli orari, mobilità, licenziamenti.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget